Milano – Quello di Pasqua è il primo grande esodo dell’anno e, ovviamente, si prevede un forte aumento del traffico stradale. Nel 2011 si sono registrati durante il ponte pasquale 3.263 incidenti con 67 morti e 4851 feriti.
In vista delle prossime partenze e dei rientri, il Centro Studi Continental raccomanda agli automobilisti la massima prudenza e ricorda, prima di mettersi in viaggio, di fare alcuni elementari ma fondamentali controlli sull’auto, a cominciare dai pneumatici, ancor più necessari viste le pessime condizioni meteo previste e le basse temperature decisamente poco primaverili.
La prima cosa da controllare è lo stato dei pneumatici, cominciando innanzitutto dal controllo della pressione, che deve corrispondere al livello indicato nel libretto di uso e manutenzione. Può infatti essere particolarmente pericoloso viaggiare con pneumatici sottogonfiati che, tra l’altro, comportano anche consumi di carburante più elevati.
Eseguita la verifica della pressione, che va fatta con pneumatici freddi, occorre anche controllare che le coperture non presentino tagli, abrasioni, rigonfiamenti, consumi irregolari o altre anomalie. E naturalmente va controllata anche la profondità delle scolpiture del battistrada, che in nessun caso deve essere inferiore a 1,6 mm.
La verifica dei pneumatici è particolarmente importante per i mezzi che sono rimasti fermi per molto tempo come, ad esempio, i camper e le roulotte o altri rimorchi, in quanto le coperture potrebbero essersi ovalizzate a causa del peso che grava sempre sulla stessa sezione della ruota.
Oltre alle gomme vi sono altri dispositivi il cui malfunzionamento potrebbe compromettere la sicurezza. Ad esempio i tergicristalli e le luci, per non parlare dell’impianto frenante che va sicuramente controllato prima di partire per un lungo viaggio.
Le verifiche in funzione della sicurezza sono assolutamente prioritarie, quindi non possono mancare all’appello la cinghia della distribuzione, il livello dell’olio e i filtri.

NO COMMENTS

Leave a Reply