Bologna – Nuovo pesante calo della produzione industriale in marzo. Secondo gli indici pubblicati oggi dall'Istat nel marzo scorso vi è stato un calo dello 0,8% su febbraio e del 5,0% su marzo 2012. Come emerge dalle elaborazioni del Centro Studi Promotor rappresentate l'indice della produzione industriale destagionalizzato in marzo fa registrare un calo del 24,7% rispetto al picco ante-crisi di aprile 2008. L'attività produttiva dell'industria è dunque ancora al di sotto dei livelli che hanno preceduto la grande depressione iniziata nel 2008 di quasi un quarto. Si tratta come è ovvio di una contrazione di assoluta gravità.
A cavallo tra il 2008 e il 2009 il calo della produzione industriale fu di ben il 25,8%, poi dall'aprile 2009 all'aprile 2011 vi fu un recupero del 14,8% ma, con l’inizio della seconda fase discendente dell'andamento a W dell'economia italiana quasi tutto il terreno recuperato è stato perduto ed è ora sufficiente un ulteriore calo di 1,3 punti perché l'indice scenda al di sotto del minimo del marzo 2009, portandosi sui livelli della seconda metà degli anni '80.