Bologna – Autopromotec, la più specializzata rassegna internazionale delle attrezzature e dell’aftermarket automobilistico (Bologna, 22-26 maggio), è ormai alle porte e, così, si avvicina anche l’atteso appuntamento con gli eventi e gli incontri previsti nell’ambito di AutopromotecEdu, l’arena per l’approfondimento sulle tematiche più attuali dell’aftermarket automobilistico.
Ad aprire il ricco programma di incontri saranno il consueto appuntamento con il convegno inaugurale dal titolo “Evoluzione tecnologica della manutenzione auto: impatto sulle officine del futuro”, che offrirà un quadro aggiornato sulle dinamiche della riparazione auto in Italia, e i premi dell’eccellenza Gipa, l’attesa cerimonia di consegna dei riconoscimenti ai personaggi e alle realtà aziendali che si sono particolarmente distinte nel mondo dell’aftermarket.
Il focus sull’internazionalità sarà uno degli asset di AutopromotecEdu: giovedì mattina avrà luogo l’International automotive aftermarket meeting (Iaam13), convegno di elevato profilo che, grazie alla partecipazione di esperti e operatori internazionali del settore, fornirà un’anticipazione delle tendenze e degli sviluppi del settore aftermarket in Europa in relazione a quelle di alcuni paesi strategici come quelli del Bric. Mercoledì mattina, inoltre, Autopromotec sarà presentata nell’ambito della conferenza stampa dedicata ai media esteri alla quale faranno seguito, nel pomeriggio, due momenti di approfondimento su mercati quali Turchia e Stati Uniti, occasioni per analizzare insieme le opportunità di business in questi Paesi.
Le associazioni del settore aftermarket analizzeranno tematiche legate alle proprie aree di specializzazione, mentre workshop tecnici a cura di Fondazione Democenter-Sipe (Centro servizi per l'innovazione e la diffusione tecnologica – Facoltà di Ingegneria “Enzo Ferrari” di Modena) approfondiranno specifici temi.
Due nuovi segmenti entreranno inoltre ad AutopromotecEdu, i processi di rigenerazione, con un convegno il venerdì, e il mondo del truck, con un vero e proprio simposio di confronto sui sistemi innovativi dual-fuel di alimentazione a gasolio per motori diesel nel comparto pesante, il sabato.
Tra le curiosità di interesse per i visitatori professionali, il sabato mattina “Percorsi di innovazione nell’autoriparazione”, un momento di confronto tra tre operatori che hanno migliorato i processi in officina, mentre venerdì pomeriggio un approfondimento sulle nuove opportunità di business legate al web con case history.
Da non perdere infine i “Caffè letterari”, benzina per la mente per i visitatori. L’area riservata ad AutopromotecEdu è nel padiglione 30. Per partecipare ai convegni non è necessaria la registrazione, fatta eccezione per il convegno Iaam13 al quale ci si può iscrivere direttamente dalla sezione “visitatori” del sito Autopromotec (www.autopromotec.it).
AutopromotecEdu avrà quest’anno il privilegio di essere affiancato dalla Fondazione Ant Italia Onlus in qualità di partner etico dell’intera iniziativa.
Il programma completo degli incontri è disponibile sul sito della manifestazione: www.autopromotec.it/it/autopromotec_edu.php.
Il mondo dell'autoriparazione si incontrerà nel quartiere fieristico di Bologna per Autopromotec 2013, dove si potrà vedere quanto di più avanzato offre la tecnologia per rendere gli autoveicoli sempre più sicuri, efficienti e rispettosi dell'ambiente in tutto l'arco della loro vita.
ARGOMENTI CORRELATI
– Osservatorio Autopromotec sulle officine italiane
– Tac, il franshising di Continental

NO COMMENTS

Leave a Reply