Bologna – Nel 2012, Bosch ha realizzato, in Italia, un fatturato di circa 1,9 miliardi di euro. L'Italia è il terzo più importante mercato in Europa, al di fuori delle Germania, del Gruppo Bosch. La multinazionale tedesca conta, sul territorio italiano, oltre 5.800 collaboratori, con un incremento del 5 per cento, soprattutto grazie alla recente acquisizione di Spx service solutions.
<<Stiamo vivendo ancora un periodo di grande incertezza economica, ma grazie ai nostri prodotti innovativi e alle acquisizioni in Italia, siamo riusciti non solo a consolidare i nostri business tradizionali, ma anche a crearci nuove opportunità>>, ha commentato Gerhard Dambach, amministratore delegato del Gruppo Bosch in Italia.
L'importanza strategica del nostro Paese è confermata dalla recentissima intenzione di acquisire Astrim Energia Srl, azienda italiana specializzata nella cogenerazione di energia elettrica e termica. Astrim Energia, con un organico di circa 130 collaboratori, ha realizzato un fatturato di 31 milioni di euro nel 2011. La società, che opera principalmente nell'area Nord e Centro Italia, è fra i primi dieci fornitori di servizi energetici del mercato italiano. Le attività includono la progettazione, la realizzazione e la gestione di impianti energetici per progetti a lungo termine, in particolare, per la cogenerazione di energia elettrica e termica. Astrim Energia S.r.l. entrerebbe a far parte del settore di business Bosch Energy and Building Solutions, che offre ai proprietari di grandi complessi edilizi servizi completi relativi alla fornitura e alla gestione efficiente di energia per garantire risparmi a lungo termine sui costi energetici.