Gothenburg (Svezia) – Dall'11 al 13 giugno è in programma la quarta edizione di "Ngv Europe International Show and Workshops" evento è organizzato da Ngva Europe (European Natural and bio Gas Vehicles Association), l'associazione europea dei veicoli a gas naturale che raccoglie le principali aziende europee, tra le quali Fiat Group Automobiles, e che ha la missione di sviluppare un mercato sostenibile e vantaggioso per questo tipo di veicoli in tutta Europa.
Fiat Group Automobiles ha scelto di essere "Gold sponsor" dell'evento confermando il proprio impegno alla mobilità sostenibile sia nel contribuire a diffondere la cultura del metano sia nel presentare al grande pubblico le soluzioni più ecologiche che già oggi propone sul mercato. Inoltre, il 12 giugno Massimo Ferrera, direttore motori per combustibili alternativi – Powertrain eesearch & technology del Centro ricerche Fiat, parteciperà al workshop "Vehicles and Vessels" con un intervento dal titolo "Natural Gas: the Green Choice for Transportation".
Leader mondiale nel settore delle auto e dei veicoli commerciali a metano, Fiat esporrà a Gothenburg 2 modelli Natural Power, a doppia alimentazione metano/benzina, entrambi contraddistinti da un equipaggiamento specifico per i climi freddi: la Fiat Punto e il veicolo commerciale Fiat Doblò Cargo. Il primo esemplare adotta un propulsore bi-fuel 1.4 8v Fire da 77 cv  che, quando funziona a metano, eroga  70 cv  a 6.000 giri/min e coppia di 104 Nm a 3.000 giri/min. In particolare,  il motore di Fiat Punto Natural Power assicura basse emissioni di CO2 (115 g/km),  ottima guidabilità e buone prestazioni: la velocità massima è di 162 km/h. Spazio anche per Fiat Doblò Cargo Natural Power equipaggiato con  il potente 1.4 16v Fire T-Jet in configurazione bi-fuel (metano e benzina), che  coniuga al meglio il rispetto per l'ambiente e l'economia di esercizio, senza però rinunciare alle prestazioni. Infatti, vanta una grande elasticità di marcia e spunti brillanti, anche a pieno carico, grazie agli elevati valori di potenza (120 cv a 5.000 giri/min) e di coppia (206 Nm a 2.000 giri/min) e alla notevole prontezza di risposta, assicurata dalla ridotta inerzia del turbocompressore con intercooler. Il tutto a fronte di un'interessante riduzione di emissioni e consumi: nel ciclo combinato si registrano 134 g/km di CO2 e 4.9 kg/100 km di metano.
Da oltre 15 anni il Gruppo Fiat è il principale produttore europeo di veicoli di primo impianto a metano (Oem), l'unico ad offrire la più ampia gamma eco-friendlycon alimentazione bi-fuel (metano/benzina) che soddisfa le esigenze di una vasta categoria di clienti, compreso il settore professionale del trasporto merci: dal 1997 ad oggi Fiat ha venduto oltre 560.000 tra vetture e veicoli commerciali Natural Power. Da sottolineare che tutte le vetture Fiat a metano sono di primo impianto, quindi prodotte in fabbrica, garantite dal brand stesso e commercializzate attraverso la normale rete di vendita. In questo modo, il cliente può essere certo del rispetto delle normative di sicurezza, della massima qualità e affidabilità, oltre ai minori costi di gestione e all'impiego delle tecnologie più avanzate in questo campo.
Infine, va ricordato che la gamma a metano ha certamente contribuito in modo significativo ai primati assegnati dagli ultimi studi della società Jato Dynamics, leader mondiale per la consulenza e ricerca nel campo automotive. Infatti, per il sesto anno consecutivo, nel 2012 Fiat si è confermato il brand che ha registrato il livello più basso di emissioni di CO2 in Europa tra i marchi automobilistici più venduti, con un valore medio di 119,8 g/km. Non solo. Negli ultimi 5 anni Fiat ha ridotto le proprie emissioni medie del 13% andando molto oltre rispetto al target di 130 g/km previsto dall'Unione Europea per il 2015.
Sul fronte dei combustibili alternativi, Fiat ritiene che la propulsione a metano sia attualmente la scelta tecnologica più appropriata per contribuire a ridurre l'inquinamento nelle aree urbane e contenere le emissioni di CO2. I propulsori alimentati a metano riducono al minimo le emissioni più nocive come il particolato (ridotto praticamente a zero), gli ossidi di azoto e gli idrocarburi più reattivi che causano la formazione di altri inquinanti. Inoltre, rispetto ai motori a benzina, evidenziano una riduzione di CO2del 23%. Dunque, il metano è il carburante più "pulito" ed economico oggiAggiungi un appuntamento per oggi disponibile oltre ad essere potenzialmente una fonte rinnovabile grazie allo sviluppo del biometano. Si tratta di un gas di origine non fossile, prodotto tramite digestione anaerobica e purificato per giungere ad una composizione analoga a quella prevista per il gas naturale. In particolare, in un'ottica "well-to-wheel" (dal pozzo alla ruota), un veicolo alimentato a biometano produce emissioni di CO2 paragonabili a quelle di un veicolo elettrico alimentato con energia prodotta da fonti rinnovabili. Tutti i motori Fiat a metano sono compatibili con il biometano.