Auburn Hills – Fiat ha comunicato a Veba la volontà di esercitare la sua opzione di acquistare una terza tranche della partecipazione detenuta da Veba in Chrysler Group LLC, tranche pari a circa il 3,3% del capitale di Chrysler. Fiat pagherà un prezzo di esercizio determinato secondo gli accordi tra le parti sulla base di un multiplo di mercato (non eccedente il multiplo di Fiat) applicato all’Ebitda di Chrysler degli ultimi quattro trimestri pubblicati, meno il debito industriale netto. Questo importo deve essere ridotto in base all’accordo di un ammontare pari al “contingent value rights settlement price” dell’accordo non può essere inferiore al 10% del prezzo di esercizio dell’opzione).
Secondo il calcolo di Fiat, l’importo netto da pagare per l’acquisto di questa terza tranche è pari a 254,7 milioni di dollari Usa.
Il 3 luglio 2012 Fiat ha esercitato l’opzione per l’acquisto di una prima tranche della partecipazione del Veba in Chrysler, tranche corrispondente a circa il 3,3% del capitale di Chrysler. Il 26 settembre 2012 Fiat aveva chiesto conferma dinanzi alla Chanchery Court del Delaware del prezzo da pagare per tale partecipazione. Una decisione da parte della Corte è tuttora attesa. Il 3 gennaio 2013 Fiat ha esercitato l’opzione per l’acquisto di una seconda tranche della partecipazione del Veba in Chrysler, tranche corrispondente a circa il 3,3% del capitale di Chrysler.
A seguito del perfezionamento dei tre acquisti, Fiat deterrà il 68,49% del capitale di Chrysler.