In riferimento all’articolo sull’allarme lanciato da Unasca sulla pubblicazione su Internet di proposte di patenti low cost, da parte dell’ufficio Comunicazione Groupon Italia riceviamo e pubblichiamo.
“Precisiamo che le autoscuole pubblicate sul nostro portale Groupon.it sono autoscuole che offrono, al pari delle altre, regolari corsi per il conseguimento della patente tenuti da professionisti del settore. Respingiamo quindi fortemente le accuse rivolte, tra gli altri, a Groupon. Il binomio: prezzo basso = scarsa qualità è ormai privo di fondamento. L’abbassamento del costo non significa perdita della qualità del servizio offerto. Il mondo del lowcost è esteso e comprende settori merceologici più diversi: dall’abbigliamento al food, dal turismo ai voli aerei.
Le autoscuole che hanno pubblicato un’offerta con Groupon hanno scelto un canale di marketing innovativo per promuovere un servizio e conoscere nuovi clienti. È un investimento pubblicitario differente e limitato nel tempo, che non ha nulla a che vedere con la sicurezza stradale che viene garantita dal professionista, persona che rimane tale anche se offre un servizio scontato. Groupon permette ai consumatori di risparmiare e prendere la patente ad un costo vantaggioso. Precisiamo inoltre che abbiamo ricevuto pochissime lamentele dei nostri utenti in merito a questo servizio, a riprova della serietà dei professionisti coinvolti.
Spesso sono proprio le associazioni di categoria a difendere interessi particolari, non i singoli professionisti che intendono invece sfruttare un nuovo canale di comunicazione lavorando sui margini di guadagno della loro attività.
Sul caso citato purtroppo non abbiamo altre informazioni, non sappiamo nemmeno se riguarda Groupon.it o un altro operatore. Se l’interessato volesse inviarci in privato le referenze, saremo lieti di verificare l’accaduto con il partner in questione”.

L'Unasca, intanto, plaude l’indirizzo di riforma del Codice della strada indicato dal ministro Maurizio Lupi, fondato sulla prevenzione dei sinistri, la messa in sicurezza delle strade, la difesa degli utenti più deboli, la razionalizzazione delle norme. Vincenzo Cannatella, presidente dell’Unasca ha commentato: <<Formazione di qualità e prevenzione  sono anche i capisaldi dell’impegno di Unasca da sempre, insieme alla lotta per lo snellimento della burocrazia nel settore auto. Supporteremo  il lavoro del Ministero  con il massimo impegno da parte nostra,  per garantire sempre corsi e servizi di qualità nelle autoscuole,  finalizzati ad educare a una guida responsabile e sicura tutti coloro che si accingono a prendere la patente>>.

NO COMMENTS

Leave a Reply