Bologna – L'anno scorso il Motor Show di Bologna rischiò di saltare poichè molte Case automobilistiche abbandonarono la rassegna. Gli organizzatori furono così costretti ad accorciarne la durata: soltanto cinque giorni. Quest'anno però si cambia marcia.
<<La trentottesima edizione si svolgerà dal 7 al 15 dicembre – ha anticipato ad Automotonews, l'amministratore delegato di GL Event Italia, Giada MichettiLe giornate riservate alla stampa ed agli operatori che hanno sempre anticipato di due giorni l'apertura al pubblico, sin da quando la manifestazione era di Alfredo Cazzola, slittano al 9 e al 10 dicembre per consentire ai giornalisti di presenziare all'importante convegno Futura, un forum legato all'innovazione dell'auto ed al quale ha assicurato la partecipazione il ministro dello Sviluppo economico Flavio Zanonato. E' una fatica d'Ercole varare un Salone dell'auto quando il mercato delle vetture è in evidente sofferenza. Stiamo concludendo il road show commerciale per sapere quali Case hanno intenzione di essere quest'anno presenti. Dobbiamo essere certi di avere marchi che possano rappresentare una quota di mercato significativa per sostenere un evento internazionale>>.
– Perchè molte Case costruttrici stanno investendo su appuntamenti al di fuori del mondo dell'auto, come il Salone del Mobile o durante le sfilate di moda, o nel settore del design a Milano. E' una trovata, una furbata dei responsabili del marketing delle Case per risparmiare danaro ed investimenti in un periodo di vacche magre?
<<Molti ci hanno rimproverato nel passato che praticavamo prezzi alti nel concedere gli stand. Non è vero. Da anni non vendiamo più ai nostri clienti dei metri quadri a Bologna, ma idee, tempo e motivazioni. Veniamo, da sempre, incontro alle necessità della Case espositrici>>.
– Bologna è l'unico Salone dell'auto in Italia, quale il format dell'edizione 2013?
<<Accendiamo l'attenzione sull'innovazione. Poi noi ci distinguiamo dagli altri appuntamenti internazionali perché scommettiamo sul divertimento, sullo spettacolo, sulle gare, sui test-drive, molto apprezzati dai visitatori. L'anno scorso sono stati al Motor Show più di 450.000 persone, i test-drive sono stati 24 mila, l'età media del pubblico era di 29 anni ed il 27% di chi ha pagato il biglietto d'ingresso arrivava, come tradizione, dal Sud, in particolare dalla Sicilia. Avevamo perfino organizzato dei treni speciali comprensivi del biglietto d'ingresso. Negli anni d'oro il fatturato del Motor Show sfiorava i 30 milioni di euro, l'anno scorso ha superato di poco quota 4 milioni di euro. Senza un Gruppo internazionale alle spalle come GL Event non riusciremo ad andare in porto. Stiamo curando anche un incontro che lega il passato e il futuro, senza sottovalutare i problemi della mobilità di oggiAggiungi un appuntamento per oggi>>.
– Anche il Vecchio Continente ha il mal d'auto e molti Saloni sono spariti come Birmingham e Londra in Gran Bretagna, Barcellona e Madrid in Spagna, Amsterdam in Olanda. C'è grande attesa per il Salone di Francoforte in settembre, dove saranno svelati modelli importanti ma il format del Motor Show Bologna ha fatto scuola.
<<GL Event organizza il Qatar MotorShow, nel 2014 sarà la volta di Istanbul e Hong Kong, nel 2015 a Rio de Janeiro in Brasile. Vi assicuro che il nostro Salone continuerà a sorprendere, ad attirare i giovani. A fine agosto avremo l'elenco delle Case presenti e molti brand ritorneranno da noi>>.
– Quanto costerà il biglietto quest'anno?
<<Sedici euro già ordinabile on line, sul sito www.vivaticket.it>. Inoltre c'è un pacchetto no stress
comprendente pernottamento di una notte in hotel con ricca colazione a buffet. Un biglietto a persona per l’accesso alla fiera (2 biglietti in caso di camera doppia) direttamente in camera, servizio navetta bus da/per la fiera, parcheggio gratuito, late check out ore 14. Pacchetto in camera doppia: 69.5 Euro a persona; eventuali notti supplementari 39,50 euro a notte a persona. Pacchetto in camera singola: 90 euro; eventuali notti supplementari 65,00 euro a notte>>.

VINCENZO BAJARDI