Opel assume 350 ingegneri

Opel assume 350 ingegneri

Rüsselsheim – Opel assume 350 specialisti a sostegno dell’offensiva di prodotto del marchio. 300 saranno impiegati al Centro internazionale di sviluppo tecnico di Rüsselsheim, mentre il Polo ingegneristico di Torino utilizzerà circa cinquanta nuovi ingegneri. I nuovi assunti  all’Itdc di Rüsselsheim si occuperanno di ingegneria dei veicoli e ingegneria del gruppo motore-trasmissione mentre al General Motors powertrain Europe di Torino saranno impiegati nella progettazione e sviluppo dei motori diesel.
Opel rafforza così il ruolo dell’Internationaldi Rüsselsheim che al momento conta su oltre 6.000 specialisti e di Torino dove sono occupati oltre 500 motoristi. Le assunzioni riguarderanno principalmente le aree di simulazione, validazione, costruzione, costi e accessori. Per quanto riguarda il gruppo motore-trasmissione, Opel cerca prevalentemente esperti nei settori dell’ingegnerizzazione e della taratura di motore e trasmissioni. Le assunzioni sono già iniziate e si concluderanno entro la fine dell’anno.
<<Non è solo una evidente dimostrazione di quanto Opel prenda seriamente la realizzazione dell’offensiva di prodotto. Si tratta anche dell’ennesimo segno da parte di General Motors di quanto la nostra casa madre apprezzi l’ingegneria tedesca. Il Centro sviluppo tedesco assume maggiori responsabilità a sostegno di Opel e dell’Europa – ha dichiarato Michael Ableson, vice presidente con responsabilità per l’ingegneria e membro del Consiglio di amministrazioneCon questa iniziativa assicuriamo un ruolo fondamentale all’Itdc nel lungo periodo all’interno della rete globale di ingegneria GM>>.
General Motors sfrutterà maggiormente le sinergie tra i marchi, in particolare si farà sempre più stretta quella tra Buick e Opel, realizzando ulteriori economie di scala a vantaggio di entrambi i marchi
Le assunzioni seguono l’investimento da 230 milioni di euro annunciato da GM nel mese di aprile 2013. L’investimento sarà utilizzato per costruire nuove strutture di test all’interno del Centro nella sede Opel di Rüsselsheim e il centro prove di Dudenhofen. Nuovi dinamometri per motori e trasmissioni sostituiranno le vecchie strumentazioni per consentire lo sviluppo della nuova serie di motorizzazioni dal 2020 in poi.
L’investimento è fondamentale per lo sviluppo della prossima generazione di motori Opel/Vauxhall e per il rispetto dei regolamenti europei e globali sulle emissioni. Il lavoro di sviluppo su motori e trasmissioni portato avanti a Rüsselsheim si tradurrà in impianti dedicati non solo al mercato europeo ma anche al resto del mondo.
Il Thomas Johnen, vice president powertrain engineering, ha dichiarato: <<A Rüsselsheim saranno
sviluppate due linee di motori benzina di prossima generazione, fondamentali per la prossima fase di soluzioni ecologiche per la mobilità che saranno applicate in Europa e nel resto del mondo>>.
Per quanto riguarda il Centro di Torino anche in questo caso la conferma di nuovi progetti assegnati agli ingegneri di GM Powertrain Europe si concretizza in circa cinquanta nuove assunzioni per il 2013.
L’a.d. del Centro di Torino, ing. Pierpaolo Antonioli spiega: <<Il Centro ha la responsabilità della progettazione diesel non solo per l’Europa, dove è presente con i brand Opel e Vauxhall, ma per l’intera galassia GM. Infatti alcuni dei nostri diesel sono venduti anche in Asia e negli Stati Uniti, dove recentemente abbiamo lanciato nuovi propulsori ed in queste regioni il mercato è in forte espansione>>.
 Ad oggi circa quindici ingegneri sono già stati collocati e altri 37 sono previsti entro la fine dell’anno. Opel e GM stanno effettuando cospicui investimenti nei futuri prodotti Opel/Vauxhall. Quattro miliardi di euro sono stati allocati per i prodotti futuri tra il 2013 e il 2016. Il piano di Opel, attualmente in corso, è di presentare 23 nuovi modelli e 13 nuovi motori entro il 2016.

NO COMMENTS

Leave a Reply