Eisenach. La domanda della chic urban car Adam è così elevata che Opel non riesce a tenere il ritmo di produzione della propria piccola e raffinata vettura nello stabilimento di Eisenach. Le eleganti finiture bicolori sono così apprezzate che rappresentano quasi i due terzi di tutti gli ordini di Adam. Per soddisfare più rapidamente la domanda del mercato, l’area verniciatura e altri settori produttivi dello stabilimento di Eisenach saranno ampliati e ammodernati, modifiche per le quali Opel investirà circa otto milioni di euro. Questo investimento si aggiunge ai 190 milioni di euro destinati a interventi strutturali e di tecnologia produttiva necessari per predisporre la struttura alla produzione di Adam. Opel è pertanto l’unico costruttore che non solo ha sviluppato una piccola in Germania, ma che la costruisce anche nello stato tedesco.
<<Investiamo costantemente per lo sviluppo delle strutture di Eisenach, già molto efficienti – ha dichiarato Stefan Fesser, direttore dello stabilimento di EisenachPer soddisfare ancora più rapidamente la domanda elevata delle Adam bicolori, in futuro dalla linea del reparto di verniciatura usciranno ogni ora 17 Adam a due colori invece di 13>>.
I clienti vogliono una chic urban car che si differenzi dal resto dei veicoli del mercato grazie al suo design. Adam è ovviamente perfetta per questo, potendo disporre di tetto, barra della griglia e specchietti retrovisori esterni in colori a contrasto con il resto della carrozzeria. Per produrre questa urban car bicolore garantendo una qualità elevata, la vettura deve attraversare il processo di verniciatura due volte, quando alcune sezioni della carrozzeria vengono verniciate nel secondo colore. Tutte le parti che vengono verniciate nel secondo colore sono smontate e il resto della carrozzeria viene mascherato. Quest’ultima operazione si svolge sulla linea di mascheratura. Per aumentare la capacità ad Eisenach viene introdotta una nuova linea di mascheratura che lascerà più spazio per l’ampliamento di un’altra linea di produzione, dove portiere e portellone di Adam vengono asportate e rimontate. Questo è solo uno dei tanti interventi volti a rendere la produzione più efficiente. Nella struttura di verniciatura di base, sei nuovi robot per la verniciatura a spruzzo sostituiscono gli impianti precedenti e la tecnologia dedicata alle soglie delle portiere viene aggiornata, con comandi moderni per i robot. Ad agosto è stato introdotto un sistema di controllo sviluppato per gestire la superiore complessità dell’impianto di gestione dei materiali. Ma l’intervento strutturale più significativo e dal maggiore impatto è la sostituzione di cinque postbruciatori. Questi giganti da 13 tonnellate, alti fino a otto metri con un diametro di tre metri servono a ripulire i gas di scarico del reparto di verniciatura, a temperature superiori ai 700 gradi Celsius. Per procedere all’ammodernamento dei postbruciatori è necessario spegnere e pulire le linee del gas, smontare i macchinari adiacenti e aprire le pareti esterne della sala. Una volta portate le macchine all’esterno, l’intera procedura viene seguita al contrario per installare i nuovi postbruciatori.
<<Questo è esattamente il modo corretto di procedere – ha dichiarato Stefan FesserCon il totale ammodernamento del reparto di verniciatura non ci limitiamo ad incrementare la capacità, ma garantiamo che ogni vettura costruita a Eisenach continui a vantare i massimi livelli di qualità grazie alle tecnologie all’avanguardia adottate. A guadagnarci saranno i nostri clienti, alla guida di Adam>>.