Slough (Gran Bretagna) – Il direttore della Divisione clienti e senior vice president di Honda Motor Europe Ltd, Koji Arai, ed il presidente di Snam, Eric Nottez, hanno formalizzato un accordo di lungo termine nella sede europea di Honda a Slough, in Gran Bretagna. Snam (Società nuova per la raffinazione dei metalli), con sede in Francia, sarà responsabile a livello europeo per il ritiro e riciclaggio delle batterie dei veicoli ibridi Honda (batterie Nickel Metal Hydrid NiMH e agli ioni di litio ad alta tensione industriale). Honda Motor Europe e Snam hanno lavorato insieme per istituire un sistema europeo che garantisse la tracciabilità delle batterie a fine ciclo dal momento in cui sono raccolte dai dealer Honda e dai centri di raccolta dei veicoli a fine vita fino al momento in cui vengono riciclate.
Ogni batteria che viene raccolta alla fine del suo ciclo sarà trattata presso gli impianti di Snam a St. Quentin-Fallavier (Isère) e Viviez (Aveyron). Ogni punto di raccolta all'interno della rete Honda lavorerà a stretto contatto con Snam per la gestione del trattamento delle batterie Nickel NiMH ed agli ioni di litio Li-Ion secondo gli standard ambientali Europei. Il recupero e trattamento delle batterie industriali in Europa è regolato dalla direttiva UE sulle batterie 2006/66 / CE, che è entrato in vigore il 26 settembre 2006, ed obbliga gli Stati membri a recepirla nella legislazione nazionale entro due anni. Anche se la direttiva non fissa particolari obiettivi di raccolta per le batterie industriali, gli obiettivi di efficienza nel riciclaggio devono raggiungere un peso minimo del 50% a partire da settembre 2011.
Snam rappresenta una costola dell’industria metallurgica dal 1981, e dal 1990 si è affermata come uno dei principali protagonisti della "loop economy”. La ricchezza di esperienza della Snam ed il suo bagaglio di conoscenze la rendono una delle poche aziende al mondo ad aver imparato le tecniche di processo delle batterie ed accumulatori.