EcoBoost, Ford raddoppia produzione

EcoBoost, Ford raddoppia produzione

Colonia – Ford raddoppierà la produzione in Germania dell’efficiente motore EcoBoost 1.0 a 3 cilindri, Motore dell’Anno 2012 e 2013, per soddisfare la crescente domanda. Ford introdurrà un secondo turno nell’impianto motori di Colonia, raddoppiando l’output fino a superare le 1.000 unità prodotte al giorno. La capacità annuale passerà da 100mila a 165mila unità entro la fine del 2013, e raggiungerà quota 200mila nel 2014. L’incremento totale della produzione europea di motori EcoBoost 1.0 sarà pari al 62%. Ford Europa aveva annunciato l’incremento della produzione generale della gamma di motori EcoBoost, che raggiungerà quota 480mila entro il 2015, contro le 141mila unità del 2011.
<<Il motore EcoBoost 1.0 a 3 cilindri si è rivelato uno straordinario successo sia tra i media che con il pubblico, e la domanda è in continua crescita –  ha dichiarato Barb Samardzich, vice presidente sviluppo prodotti di Ford EuropaE’ un motore che garantisce tutti i vantaggi, in termini di efficienza, di un’unità compatta, ma con la potenza e la brillantezza di un 1.6 tradizionale>>.
Ford Europa ha di recente annunciato una nuova versione della Focus EcoBoost 1.0 a 3 cilindri, in arrivo all’inizio del 2014, che sarà la prima ‘family car’ europea a benzina a scendere sotto la soglia dei 100 g/km di emissioni di CO2. In Europa l’EcoBoost 1.0 a 3 cilindri arriverà nei prossimi mesi a bordo di Transit e Tourneo Connect, Transit e Tourneo Courier, EcoSport e sulla prossima generazione di Mondeo, ma è anche un motore globale che di recente è stato introdotto anche in India e Cina, a bordo dell’EcoSport, e che raggiungerà nei prossimi mesi gli Stati Uniti a bordo della Fiesta.
Sviluppato nei centri di sviluppo Ford di Aachen e Merkenich, in Germania, e di Dunton, nel Regno Unito, l’EcoBoost 1.0 a 3 cilindri è prodotto a Colonia, in Germania, e a Craiova, in Romania. Entrambe le strutture rappresentano lo stato dell’arte per innovazione, tecnologia e sostenibilità: la realizzazione dei componenti d’alluminio di un motore richiede, per esempio, solo 5 millilitri di liquido di raffreddamento contro i due litri precedentemente necessari.
Per la produzione è stata inoltre implementata una procedura di test a freddo che consente di provare i motori senza accenderli, riducendo del 66% sia i consumi che le emissioni locali di CO2. A Colonia l’energia elettrica impiegata dalla struttura proviene esclusivamente da fonti rinnovabili, come le 3 centrali idroelettriche in Norvegia e Svezia che forniscono energia pulita all’impianto.

NO COMMENTS

Leave a Reply