Tokio – Suzuki Motor Corporation ha firmato un importante contratto con Rancon Motor Bikes Limited, società affiliata della Rangs Group, per l'assemblaggio e la distribuzione di moto in Bangladesh. Il piano dell’intesa sarà operativo su vasta scala dal primo trimestre dell’anno fiscale 2014 e mira alla conquista di un mercato in crescita e dal potenziale enorme in quanto a numero di consumatori.
Un accordo significativo, quello raggiunto dalla multinazionale giapponese, con uno dei maggiori complessi industriali del Bangladesh, che assicurerà inizialmente una capacità produttiva di 20.000 unità, cifra destinata a salire in base alle esigenze locali in espansione. Il nuovo impianto sarà costruito a Savar e sarà esclusivamente dedicato alla fabbricazione di motocicli.
La collaborazione segna il ritorno del marchio Suzuki dopo tre anni e mezzo di assenza dal paese asiatico e rappresenta una partnership strategica per la realizzazione e la vendita di alcuni tra i modelli di punta della propria offerta  tra cui le cilindrate 110, 125 e 150 cm3.
<<Il Bangladesh è un mercato molto esteso e rilevante, data la popolosità del paese, e rappresenta un ampio bacino di possibili clienti – ha dichiarato Katsumi Takata, joint managing director di Suzuki Motorcycle India Pvt LtdInoltre, il Paese è in via di sviluppo e si sta avviando verso la motorizzazione: le due ruote sono la scelta migliore per le molte zone rurali non raggiunte o raggiungibili dai trasporti tradizionali>>.
Suzuki Motor Corporationè uno dei principali costruttori mondiali di automobili, motocicli e motori fuoribordo. L’azienda è nata nel 1909 da un’idea imprenditoriale di Michio Suzuki che a Hamamatsu, Giappone, costruì uno stabilimento per la produzione di macchinari per l’industria tessile. Nel 1955 è nata la prima automobile e da allora Suzuki ha proseguito il suo incessante cammino di crescita, puntando su valori quali l’affidabilità, il design e l’innovazione.
Rangs Group è uno dei maggiori gruppi industriali del Bangladesh, nato nel 1979 e con più di 5.000 dipendenti. Le sue attività comprendono diversi settori di business, incluso quello automotive, nel quale annovera più di tre decenni di esperienza. L’accordo siglato con Suzuki rappresenta per il gruppo l’ingresso nel mercato a due ruote.

NO COMMENTS

Leave a Reply