Roma – Mancano ormai appena due settimane alla fatidica data in cui scadrà il mandato di due mesi dato a inizio giugno all’advisor Intesa Sanpaolo. L’Istituto guidato da Corrado Passera lavora, in un confronto serrato con il governo e con i vertici della compagnia, alla messa a punto del nuovo piano di salvataggio promesso dal presidente del Consiglio Silvio Berlusconi.
Intanto i sindacati hanno reazioni diverse alle voci trapelate recentemente sugli organi di stampa che non hanno fatto che alimentare attese e confusione in merito a quello che sarà alla fine l’operato dell’advisor.
L’Sdl, che conta su una fortissima rappresentanza degli assistenti di volo di Alitalia, ad esempio, stanco di anticipazioni e smentite, mette le mani avanti e annuncia scioperi per i primi giorni di Settembre, sempre che la situazione non precipiti, nel qual caso non si esclude <<una mobilitazione immediata, anche in piena estate>>.
Posiazione di apertura, invece, per la Cisl, dettasi disponibile a sedere ad un tavolo per Alitalia anche se si trovasse in presenza di un piano che individua 4 mila esuberi. Il segretario generale, Raffaele Bonanni, ha, infatti, chiarito: <<basta che ci siano gli ammortizzatori sociali adeguati, se ci saranno i sostegni e se si rimette in piedi Alitalia in modo che gli esuberi si possono in futuro riassorbire, se ne può parlare. In Alitalia ha contato molto la politica, ha fatto tutto quello che ha voluto. Ma, se si ripristinano le rotte, sono convinto che se tutti ci diamo da fare si può rimettere in piedi un’azienda che potrà ridare i livelli occupazionali di anni fa, a patto che ci sia un partner internazionale, perché nessuno può farcela da solo. Noi eravamo contrari ad Air France perché – ha spiegato Bonanni – imponeva condizioni capestro e in più si dava la Compagnia di bandiera ad un nostro concorrente nel settore del turismo. Jean-Cyril Spinetta ha aperto un baule, visto cosa c’era dentro di anni di malcostume e se n’è andato. Ci siederemo al tavolo di fronte a proposte ragionevoli, se ne può parlare perché sono convinto che con il risanamento si possono riassorbire anche gli esuberi>>, ha concluso Bonanni. (ore 11:20)