Bologna – La stagione 2013 ci sta salutando ma lascia dietro di sé una scia di ricordi e grandi eventi. Basti pensare ai 110 anni del brand Harley-Davidson celebrati a Roma, un appuntamento che ha richiamato migliaia di appassionati da tutto il mondo. Il 2013 segna anche il  compleanno del gruppo HOG – Harley Owners Group – ovvero il club ufficiale, che proprio quest’anno compie 30 anni. Insomma, motivi per festeggiare ce ne sono davvero tanti e perché non organizzare un grande party?
L’occasione giusta c’era già e porta il nome Wonder HOG Inverno, l’evento che si tiene ogni anno a fine novembre per salutare la stagione motociclistica ormai al finire e imperdibile occasione per radunare “Hoggers” da tutta Italia. Quest’anno, come ogni trilogia che si rispetti, Bologna ha fatto ancora una volta da palcoscenico e il suo Centro Fieristico ha accolto il grande evento. Il tema conduttore della serata è stato il Circo ad iniziare dall’ambientazione offerta, un tendone di 20 metri costruito all’interno della location. Un numero può meglio raccontare la portata di un evento: l’edizione 2013 di Wonder HOG. Inverno ha accolto ben 1.450 soci.
Come da tradizione il programma è iniziato con una ricca cena allietata da spettacoli ed esibizioni. I tortellini in brodo serviti a tavola hanno scaldato il clima e le ossa dei temerari che hanno affrontato il lungo viaggio al freddo, acqua e neve. Molti di loro sono partiti in moto il venerdì senza conoscere il percorso che li avrebbe portati a Bologna. Lo spirito è quello della condivisione del viaggio, il resto non conta.
Tra i performer della serata ricordiamo gli artisti di Darix Togni che si sono esibiti offrendo uno spettacolo circense unico e indimenticabile. A seguire il palco è stato magistralmente diretto da Fabrizio Sita del Bologna Chapter. E’ lui a gestire la scaletta e a introdurre le strabilianti performance delle Dancin’ Perfect.
Durante la serata Giacomo Marzoli, regional customer experience manager di Harley-Davidson per Spagna, Portogallo e Italia, ha conferito importanti riconoscimenti. Ad iniziare dalle tre cariche past director, rally coordinator e Hot instructor: in ordine Claudio De Negri, Claudio Barchi e Massimo Sciascia. E’ seguito il ringraziamento speciale ai tre Chapter di Roma (Forvm Roma Chapter, Roma Chapter e Roman Village Chapter) per l’importante contributo offerto in occasione del 110th Anniversary. Per l’occasione i 3 Chapter capitolini hanno organizzato fantastici Tour guidati, oltre che aver partecipato attivamente alla gestione della parata di sabato e alla logistica della benedizione in Piazza San Pietro la domenica mattina.
Il premio per il Chapter più numeroso è andato al Chianti Chapter con 147 membri presenti seguito a ruota dal Bologna Chapter. Premio per il Chapter più lontano assegnato alla Sicilia grazie alla partecipazione dei Chapter Catania, Etna e Palermo, seguiti dai cugini del Bari Chapter che in moto hanno percorso tutto lo stivale sfidando freddo e pioggia. La Sardegna non ha potuto essere presente per cause di forza maggiore. L’HOG Inverno 2013 è stata occasione per organizzare una raccolta fondi destinata all’isola duramente colpita dall’alluvione.
Grande riconoscimento al Bologna Chapter per la preziosa collaborazione e organizzazione dell’evento, in particolare il director Fabio Biagi e l’activity officer Giulio Lesi, ancora una volta colonna portante.
A fine ringraziamenti, Giacomo Marzoli ha annunciato fiero il nuovo logo HOG che dopo 30 anni si rinnova e si prepara ad affrontare altri 30 anni di passione e di eventi. Una grande torta ha celebrato il momento.
Poi la serata si è accesa con la band “Ostetrika Gamberini & Timothy Cavicchini, la voce rock di The Voice of Italy”. A seguire tutti di nuovo sotto il tendone al ritmo della musica di DJ Gazzo. Tra gli ospiti della serata anche Piero Vrenna, protagonista del progetto “Con Piero in Moto per l’Italia”.
Tutti i soci HOG sono stati avvisati: la stagione 2014 è alle porte e l’European HOG Rally a Biograd (Croazia) dal 13 al 16 giugno sarà un appuntamento imperdibile.

SHARE
Girolamo Cimarosti
Eoliano di Lipari, appassionato di motori e particolarmente innamorato delle due ruote. L’altra sua passione è la musica classica. Verdi, Puccini, Bellini e Rossini sono i suoi preferiti. Suona discretamente il pianoforte. Il richiamo della MotoGP per lui è irresistibile.