Nuova Dheli – Magneti Marelli e Hero Moto Corp Ltd hanno siglato la costituzione di una joint venture mirata alla produzione di sistemi di controllo motore per il mercato dei veicoli a due ruote.  In base all’accordo, la joint venture sarà partecipata al 60% da Hero MotoCorp e al 40% da Magneti Marelli. Entro il 2015 è prevista la costruzione di un impianto produttivo della JV che sarà localizzato in India in una località da definire prossimamente.
La JV è comunque operativa da subito e in questa fase iniziale le attività si concentreranno sul piano tecnologico, con l’inizio della collaborazione fra le due aziende nella progettazione e messa a punto delle prime soluzioni e applicazioni per i motocicli. La joint venture sarà rivolta principalmente al mercato indiano. Le soluzioni della JV saranno a disposizione sia della produzione motociclistica di Hero (la maggiore in India e nel mondo), sia dell’intero mercato two wheelers del Paese (circa 15 milioni di veicoli venduti solo nel 2012).
L’obiettivo principale è quello di costruire un portafoglio di soluzioni evolute per il controllo motore dei veicoli a due o tre ruote, che, sfruttando il valore aggiunto dell’elettronica, alzino il livello tecnologico delle soluzioni disponibili fino ad oggi. Tali tecnologie consentiranno di ottenere migliori performance del motore, con minori consumi ed emissioni, costituendo di fatto un salto di paradigma tecnologico e aprendo quindi lo scenario ad una mobilità più sostenibile e conforme ai futuri limiti per le emissioni inquinanti, in un paese dove negli ultimi sei anni (2007-2013) sono stati venduti oltre 63 milioni di veicoli a due e tre ruote (fonte: Siam, Society of Indian Automobile Manufacturers).
L’ambito dell’accordo mette a disposizione della JV soluzioni di Magneti Marelli  avanzate in termini di gestione elettronica del motore, che includono anche tecnologia “ride by wire”.  Le tecnologie “ride by wire”, consentendo la gestione elettronica della richiesta di potenza al motore, ne ottimizzano il funzionamento, oltre a costituire la base tecnologica necessaria ad  abilitare future ed eventuali soluzioni di propulsione ibrida per le due ruote, associate alla trasmissione.
Hero è dal 2001 il maggior costruttore di veicoli a due ruote al mondo. Fino ad oggi ha venduto oltre 50 milioni di moto e motocicli e attualmente detiene una quota di mercato del 46% con quasi 7 milioni di veicoli venduti ogni anno. Nel 2012 ha acquisito il 49,2 % del capitale azionario del famoso brand motociclistico Erik Buell Racing.
<<La portata di questo accordo per Magneti Marelli è notevoleha dichiarato Eugenio Razelli, Ceo di Magneti Marellise si pensa che il nostro partner nella JV  è il primo costruttore di moto al mondo e che  l’obiettivo è quello di dotare in futuro di soluzioni powertrain evolute tutti i motoveicoli di Hero e in generale la gran parte dei veicoli a due ruote circolanti in un mercato dove già oggi se ne vendono circa 15 milioni all’anno. Siamo orgogliosi inoltre di poter contribuire ad abilitare, in uno dei più importanti mercati al mondo, una rivoluzione tecnologica verso la mobilità sostenibile anche per le due ruote>>.
<<Ho sempre creduto che la strada per l’eccellenza tecnologica passi attraverso l’autosufficienza e l’indipendenza
ha dichiarato Pawan Munjal, managing director & chief executive officer, Hero MotoCorpPer questo, in quest’ultimo anno, abbiamo avviato molteplici partnership con aziende leader a livello mondiale nel campo della tecnologia e del design; quella recente con Magneti Marelli è un'altra mossa strategica in questa direzione. Si tratta della nostra prima joint venture da quando abbiamo intrapreso questo progetto.  L’azienda si focalizzerà subito sullo sviluppo e sulla realizzazione di sistemi di alimentazione di prossima generazione, una delle aree più importanti tra le varie tecnologie coinvolte nella creazione di motori moderni, con una migliore efficienza e rispettosi dell’ambiente. La tecnologia dei combustibili ha conosciuto un enorme cambiamento negli ultimi vent’anni. I progressi dell’elettronica e della tecnologia di controllo, diventate più funzionali e veloci, hanno dato agli ingegneri uno strumento molto efficace per ottimizzare l’utilizzo del carburante, controllare performance, emissioni, consumi e impieghi di alcune miscele>>.
SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.