Rolle (Svizzera) – Anche la Spagna entra a far parte dei Paesi europei decisi a promuovere concretamente il car sharing, come uno dei modi principali per dimostrare i vantaggi dei veicoli elettrici a zero emissioni. Con il sostegno di Nissan, Madrid e Barcellona introdurranno nuovi schemi di prenotazione e gli automobilisti avranno a disposizione 23 esemplari di Leaf da guidare per un’ora o più, a seconda delle esigenze.
I programmi spagnoli, gestiti da una divisione di Ald Automotive, si rivolgono in primo luogo alle piccole imprese che, per questioni di risorse o praticità, non dispongono di una flotta aziendale completa. In questo modo, i dipendenti potranno sfruttare le Leaf “condivise”, parcheggiate in punti strategici, per recarsi alle riunioni o effettuare consegne. I mezzi sono a disposizione per tutto il tempo necessario e le transazioni possono essere completate in modo semplice e immediato via cellulare, che diventa anche la chiave del veicolo, senza dover raggiungere la sede della società di autonoleggio per il ritiro. Oltre a snellire la logistica e ridurre i costi per l’azienda, gli utilizzatori dei veicoli elettrici a zero emissioni Leaf, potranno anche contribuire con un impatto positivo per l’ambiente.
L’iniziativa spagnola segue la scia di programmi analoghi recentemente avviati in Germania e in Estonia. A novembre del 2012, la città tedesca di Essen ha elaborato uno schema di car sharing elettrico nell’ambito del Ruhr Auto Project: con una flotta di 40 EV, di cui 5 Nissan Leaf, per il noleggio a breve termine, Essen è il primo club della rete di car sharing EV che la Germania intende implementare sul territorio.
A luglio del 2013, l’organizzazione governativa estone Kredex ha sviluppato un progetto in collaborazione con Elmo Rental per la creazione di una flotta di 24 EV, di cui 16 Leaf, in due metropoli, Tallin e Tartu. Lo schema ha riscosso particolare successo. Il prezzo, pari a 6 euro per la prima ora, 3 euro per le successive, fino a un massimo di 30 euro per le 24 ore, include ricariche illimitate attraverso la rete capillare di colonnine di ricarica veloce in Estonia.

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.