Bologna – Dal dato sulla produzione industriale pubblicato oggi dall’Istat viene un chiaro segnale che rende più credibile l’ipotesi del Governo dell’avvio della ripresa negli ultimi mesi del 2013. In ottobre l’indice Istat della produzione industriale fa registrare una crescita congiunturale dello 0,5% che segue un incremento dello 0,2% in settembre e sembra indicare che la produzione industriale, dopo la fase di incertezza messa in luce dagli indici del periodo aprile-agosto, potrebbe essere in rampa di decollo.
Il segnale positivo trova conferma nell’andamento degli indici sul fatturato dell’industria che sono in ripresa da aprile e in quelli sugli ordinativi sempre sull’industria che, sia pur con qualche problema tra giugno e luglio, sono in ripresa da marzo. Un ulteriore conferma della possibilità che una ripresa della produzione industriale e quindi dell’economia reale sia già in atto viene anche dagli indici sul clima di fiducia delle imprese e dei consumatori che, dopo la battuta d’arresto di ottobre, in novembre proseguono nella fase di recupero iniziata all’inizio dell’estate.
Tornando al dato sulla produzione industriale di ottobre diffuso oggi, va comunque detto che dei sedici settori di attività economica considerati solo cinque sono in crescita. Quello della produzione di prodotti farmaceutici (+14,9%), quello delle apparecchiature elettriche (+9%), quello degli alimentari, bevande e tabacco (+3,4%), quello della fabbricazione dei mezzi di trasporto (+0,9%), che è il settore che, fino ad ora, era stato maggiormente penalizzato rispetto ai livelli ante-crisi ed infine quello della metallurgia e fabbricazione di prodotti in metallo (+0,7%).