Torino – Ratan Tata, presidente dell’omonima multinazionale indiana, intervenuto a Torino all’ “India-Italy Ceo Forum”, l’ente che riunisce un selezionato gruppo di imprenditori indiani ed italiani, è tornato a parlare della partnership con Fiat auspicando di: <<Diventare reciprocamente partner prioritario l’uno dell’altro, allargando ambiti di collaborazione e esplorando nuove possibilità di accordo, magari nei mezzi pesanti. I nostri Paesi insieme – ha aggiunto – possono fare moltissimo e finora abbiamo fatto poco. Mi auguro che le due aziende possano lavorare sempre più insieme>>.
Augurio condiviso dal presidente del Lingotto, Luca Cordero di Montezemolo, che non a caso ha ribadito l’intenzione di valutare una potenziale partnership con gli indiani anche per Iveco: «Alla cena per celebrare il secondo IndiaItaly ceo Forum, oltre a me e Sergio Marchionne ci sarà anche Paolo Monferino che avrà così la possibilità di parlare con Tata e i suoi collaboratori. Stiamo parlando senza programmi precisi, senza restrizioni, e quindi guardiamo a possibili collaborazione sia negli autobus e sia nei camion, vedremo se ci sono le condizioni per entrambi per andare avanti in questo settore».
Lo stesso ottimismo lo si coglie anche quando il presidente del Lingotto parla dello sviluppo futuro dei rapporti tra Italia e India. Nei piani c’è la volontà di portare gli attuali 6,5 miliardi di interscambio commerciale a 10 miliardi nel 2010, con un flusso di investimenti compreso tra i 150 e i 250 milioni. Target frutto delle collaborazioni che i due paesi stanno valutando, a livello esclusivamente privato, in diversi ambiti di attività. (ore 14:00)