Saragozza – Oggi è un grande giorno per lo stabilimento Opel di Saragozza in Spagna: il primo esemplare della nuova Meriva è uscito dalla linea di produzione.
Antonio Cobo, amministratore delegato di GM Spagna, accompagnato dal dipendente più giovane e dal più anziano dello stabilimento, ha guidato il primo modello uscito dalla linea di produzione.
Quando fu lanciata nel 2003, la prima generazione di Opel Meriva creò il segmento delle monovolume compatte e divenne il termine di riferimento per la sua capacità di rendere la flessibilità accessibile al grande pubblico. La seconda generazione del 2010 segnò un miglioramento spettacolare grazie a funzionalità innovative che non incrementavano ulteriormente solo la flessibilità ma anche l’ergonomia, come le FlexDoors incernierate sul retro che rendevano molto più facile salire e scendere dalla vettura, il sistema di seduteposteriori FlexSpace, i sedili anteriori ergonomici, le numerose intelligenti soluzioni di stivaggio e il portabiciclette FlexFix completamente integrato nel paraurti posteriore, un’esclusiva Opel. Queste funzioni rendono l’attuale Meriva la specialista di ergonomia, come è stato certificato da esperti indipendenti e, insieme alla seduta rialzata, sono fondamentali per il suo successo.
<<Opel Meriva è diventata un punto di riferimento per il segmento, per non dire per tutta l’industria automobilistica, rispetto a ergonomia, flessibilità accessibile e qualitàha dichiarato Antonio Cobo -. Guidare un nuovo modello appena uscito dalla linea di produzione è uno dei momenti più emozionanti per una struttura come la nostra. Riassume tutte le ore di lavoro, gli sforzi, la ricerca delle  soluzioni migliori e, in ultima istanza, il lavoro di tante donne e uomini che hanno fatto il massimo come squadra e che cercano tutti i giorni di operare al meglio per raggiungere un obiettivo: essere i migliori. E nuova Meriva è la migliore di sempre>>.