New Delhi – Kwid, concept car svelata al Salone dell’Auto di New Delhi, sottolinea sia l’impegno di Renault sui nuovi mercati, come l’India, sia la capacità dell’azienda di dar vita a prodotti attraenti nel segmento delle berline compatte. Il design simpatico, che allo stesso tempo esprime robustezza, insieme agli equipaggiamenti «hi-tech», ha lo scopo di rispondere alle attese dei giovani consumatori di questi mercati.
Kwid Concept è stato concepito grazie all’apporto tecnologico di Renault Design India e rappresenta il secondo “petalo” definito Explore della strategia di design di Renault basata sul “ciclo di vita”. Le proporzioni e le dimensioni seducenti del veicolo, insieme ai suoi sbalzi molto ridotti, danno l’impressione di un veicolo pieno d’energia, mentre le sue ruote sovradimensionate sporgono oltre i parafanghi e fanno sembrare il Kwid simile a un buggy. L’aspetto ludico del design esterno è in contrasto col look robusto conferitogli dalle protezioni e dai parafanghi di forma squadrata, che esprimono forza. Il veicolo dispone di una trasmissione a due ruote motrici, ma ha l’aspetto di un fuoristrada. Ispirato ai nidi degli uccelli, l’interno di Kwid è progettato per avvolgere come un accogliente bozzolo. I sedili del veicolo, sospesi al di sopra di una solida base bianca, danno l’impressione di leggerezza, mentre i loro rivestimenti bicolore in elastomero conferiscono un senso di luminosità.
Kwid dispone anche di climatizzatore posteriore con comandi posti sullo schienale del sedile del conducente e di una ventilazione attraverso dei fori concentrici. La plancia di bordo ha la forma di un tablet integrato che permette di accedere alle varie funzionalità del Flying Companion.
Kwid è anche equipaggiato di numerosi dispositivi tecnologici, tra i quali in primo luogo il Flying Companion. Primo strumento di questo tipo nel campo automobilistico, il Flying Companion ha per obiettivo quello di offrire una guida al tempo stesso piacevole e sicura. Emergendo dalla parte posteriore scorrevole del tetto di Kwid, il Flying Companion può essere attivato in due modalità: la modalità automatica, che utilizza una sequenza di guida pre-programmata e la localizzazione tramite Gps; manuale che permette di controllare il suo funzionamento tramite i comandi del tablet a bordo del veicolo.
Il Flying Companion può essere utilizzato per svariati scopi, come ricevere informazioni sul traffico, scattare foto al paesaggio, o rilevare ostacoli sulla strada.
Kwid ha anche la conformità Z.E. ready, è predisposto cioè per l’eventuale integrazione di batterie per un utilizzo 100% elettrico. È anche equipaggiato di una presa di corrente posta dietro al logo Renault. E’ alimentata da un motore turbo a benzina downsized (1,2 litri) di ultima generazione, abbinato ad un cambio a doppia frizione Edc, per unire piacere di guida e consumi ridotti. Tra gli altri elementi dotati di una forte componente tecnologica figurano: la regolazione elettrica del divanetto anteriore lungo una guida centrale di scorrimento; l’apertura elettrica delle porte, le luci a Led e il comando del cambio mediante pulsanti situato vicino al volante in sostituzione della leva del cambio. Il touch screen Tft montato verticalmente costituisce il cruscotto di Kwid e permette anche di accedere a servizi online.