San Donato Milanese – BMW Group Italia, da tempo impegnata a dare visibilità al tema della sostenibilità ambientale, è stata partner del tradizionale concerto d’estate che il tenore Andrea Bocelli regala al suo pubblico nella suggestiva cornice “Teatro del Silenzio” di Lajatico.
La Casa tedesca ha fornito in occasione dell’esibizione dell’artista, il 20 Luglio scorso, una della BMW Hydrogen 7 l’ammiraglia BMW alimentata a idrogeno.
Sono già in molti i personaggi noti al grande pubblico che, grazie all’impegno profuso da BMW Group Italia, hanno potuto provare la straordinaria vettura: Roberto Formigoni, presidente della Regione Lombardia, Walter Veltroni, ex sindaco di Roma, Chicco Testa, presidente del Comitato organizzativo del World Energy Council Rome 2007, evento nell’ambito del quale una piccola flotta di BMW Hydrogen 7 ha fatto il suo ingresso al palazzo del Quirinale, sede della presidenza della Repubblica. A questi si aggiungono Colin Powell, relatore al World Business Forum 2007 a Milano, e imprenditori di successo come Renzo Rosso, Diesel, e Domenico Procacci, Fandango.
Un capitolo a parte merita invece Cinema Festa Internazionale di Roma 2007, nel corso della quale la BMW Hydrogen 7 ha accompagnato sul tappeto rosso celebrità del calibro di Francis Ford Coppola, Monica Bellucci, Cate Blanchett, Gerard Dépardieu, Sean Penn, Jane Fonda e Ted Turner, e molti altri ancora.
Nel 2008 la vettura è stata provata anche da Gianna Nannini e Jodie Foster che da sempre attente alle tematiche ambientali, hanno colto con entusiasmo l’opportunità di salire a bordo della vettura a idrogeno.
La scelta fatta da Bocelli, quindi di raggiungere il Teatro del Silenzio a bordo dell’ecologica ammiraglia di Bmw è solo l’ultima di una lunga serie.
Il tenore, nato nel 1958 proprio a Lajatico, oltre ad essere il presidente onorario, è da sempre il più grande sostenitore del Teatro del Silenzio, un luogo e un progetto nato con l’intento di poter convogliare idee, emozioni, arte, musica, danza nella splendida scenografia naturale dell’entroterra Volterrano. Pensata per ospitare un solo spettacolo l’anno (da qui il nome “Teatro del Silenzio”), la struttura, nei 364 giorni di inattività dell’anfiteatro, viene completamente smontata e il palco torna a essere uno splendido lago artificiale immerso nelle colline toscane. (ore 14:43)