Milano – In Italia a febbraio le emissioni di CO2 provenienti dall’uso di benzina e gasolio per autotrazione sono aumentate di 27.623 tonnellate, che corrispondono allo 0,4% in più rispetto allo stesso mese del 2013. Prendendo in considerazione le sole emissioni di CO2 provenienti dall’uso di benzina, vi è stato un calo di 25.536 tonnellate e cioè dell’1,4%, calo che è stato più che compensato dall’aumento delle emissioni di CO2 provenienti dall’uso di gasolio (+53.159 tonnellate, che equivalgono all’1%).
I dati emergono da un’elaborazione del Centro Ricerche Continental Autocarro su dati del Ministero dello Sviluppo Economico.
<<A febbraio – dichiara Daniel Gainza, direttore commerciale di Continental CVT c’è stata un’inversione di tendenza rispetto a gennaio, mese in cui le emissioni di CO2 da benzina e gasolio erano diminuite. Anche a dicembre 2013 il bilancio delle emissioni era stato in crescita. Gli aumenti di dicembre e febbraio, seppur inframezzati dal calo di gennaio, sono dovuti ad una ripresa delle attività di trasporto di merci e persone che ha portato ad un lieve incremento dei consumi di carburante e quindi anche delle emissioni derivanti. Con i dati di marzo, che saranno come sempre elaborati e resi noti dal Centro Ricerche Continental Autocarro, sapremo se questa ripresa continuerà o se si è trattato solo di un fenomeno passeggero>>.