919 Hybrid al Museo Porsche

919 Hybrid al Museo Porsche

0 5

Stoccarda – Il Museo Porsche di Stoccarda-Zuffenhausen celebra il rientro alla Le Mans di Porsche. Una mostra speciale che rimarrà aperta dal 26 marzo al 13 luglio ospiterà una retrospettiva completa sui numerosi successi del marchio ottenuti nella gara francese di endurance ponendo al centro della scena anche l'attuale impegno nella Le Mans e nel Wec. Al grande pubblico del Museo Porsche sarà presentata per la prima volta la Porsche 919 Hybrid, tre settimane dopo il debutto al Salone dell’auto di Ginevra.
La rassegna al Museo Porsche si trasforma in una pista, in omaggio alla famosa gara di durata. L’attenzione sarà rivolta alla 919 Hybrid, il laboratorio di ricerca più veloce e la vettura da corsa più complessa che Porsche abbia mai costruito. Le tappe iniziali della storia Porsche alla Le Mans del 1951 segnano il punto di partenza della mostra speciale “24 Ore per l'Eternità”. Precise ricostruzioni su pareti a grandezza naturale di momenti della gara tratti dai vittoriosi anni delle competizioni e di sezioni della pista, come il rettilineo delle Hunaudières, guideranno i visitatori nell’esposizione davvero speciale.
Oltre 20 diverse vetture da corsa raccontano la storia unica ed emozionante della leggendaria 24 Ore. Nel Museo Porsche, accanto alla 919 Hybrid, si potranno ammirare per la prima volta la Porsche 908/2 Spyder coda lunga del 1969, la Porsche 911 T/R del 1971, la Porsche 911 3.0 RSR del 1974, la Porsche 936/81 Spyder del 1981 e molte altre. La Porsche 936, che già vinse le competizioni del 1976 e 1977, partecipò nuovamente alla 24 Ore nel 1981. Con una velocità di 360 km/h, la 936 è stata l’auto più veloce in pista sul rettilineo di Mulsanne e permise ai piloti Jacky Ickx e Derek Bell di aggiudicarsi la sesta vittoria assoluta con un vantaggio di 14 giri.
Tra le vetture esposte spiccano anche la Porsche 935 del 1979, la Porsche 911 GT2 Le Mans, la Porsche 962 GT Dauer Le Mans del 1994 e la Wsc LMP1 del 1998. Con la 962 GT Dauer Le Mans, Porsche gareggiò alla 24 Ore del 1994 sotto la direzione del Team Joest. Con questa vettura, Mauro Baldi, Yannick Dalmas e Hurley Haywood portarono a casa la 13a vittoria assoluta per Porsche. Il modello guidato da Hans-Joachim Stuck, Danny Sullivan e Thierry Boutsen attende i visitatori del museo. Questo e altri racconti storici della famosa competizione prenderanno vita in questa mostra speciale. Molti oggetti storici e tecnologici esposti, come caschi, un disco freno della Porsche 956 e il diario di Ferry Porsche, proveniente dalla collezione dell’archivio aziendale Porsche, completano perfettamente questo viaggio nella storia Porsche a Le Mans.
Durante il fine settimana della gara, per la prima volta il Museo Porsche rimarrà aperto per più di 24 ore consecutive, dalle 09:00 di sabato 14 giungo alle 18:00 di domenica 15 giugno. I visitatori e gli appassionati della Le Mans potranno seguire la diretta della corsa, dai numerosi schermi situati all'interno e attorno all'edificio del museo. Nel fine settimana dell’evento l’ingresso è gratuito.
In occasione di questa speciale rassegna dedicata alla Le Mans, presso lo shop del museo è in vendita una selezione di articoli specifici. Oltre a poster, cartoline e polo, saranno disponibili i modellini in scala 1:43 di tutte le 16 vetture vincitrici alla Le Mans. Il Museo Porsche è aperto dalle 09:00 alle 18:00. Da martedì a domenica l’ingresso è di 8,00 euro per gli adulti. I biglietti ridotti costano 4,00 euro.
Ulteriori informazioni su: www.porsche.com/museum.

NO COMMENTS

Leave a Reply