Modena – In sessione privata, ad autodromo chiuso al pubblico, Evantra ha compiuto i primi test ufficiali dedicati ad affinare i settaggi del suo assetto sportivo. In una sessione molto impegnativa sono stati sottoposti a collaudo la parte motoristica, con particolare attenzione alle modalità di erogazione di potenza calibrata ed affinata attraverso i dati acquisiti dal dashboard di derivazione corsa fornito da Aim e cucito su misura per Evantra, e la parte telaistica, interessata particolarmente a verificare la tenuta di strada in condizioni critiche, provando diverse soluzioni di sospensioni e gommature. I nuovi ammortizzatori completamente regolabili hanno permesso di settare al meglio la vettura n°00, nonostante le pessime condizioni climatiche. La giornata nebbiosa e la pista umida sono quindi risultate il contesto ideale per testare il comportamento di Evantra alle alte velocità anche in situazioni di aderenza e temperatura piuttosto critiche.
Un lavoro molto approfondito è stato riservato anche al cambio a 6 rapporti Cima, testato in versione manuale e in attesa di ricevere la robotizzazione appositamente studiata da Automac Engineering, che andrà a equipaggiare il secondo esemplare attualmente in produzione, la Evantra n.01.
Molto soddisfatto, al termine della giornata di prove, Luca Mazzanti, patron di Mazzanti Automobili: <<Evantra ha risposto in modo più che positivo, sia per la parte motoristica che per quanto riguarda l’assetto, per il quale i test hanno dato ottimi riscontri, rispecchiando e anzi andando oltre le aspettative che avevamo dopo le prove compiute finora, su strada e autostrada, anche con driver del calibro di Luiz Razia>>.
Insomma, Evantra a Modena ha dimostrato di trovarsi perfettamente a proprio agio anche in pista di avere, correttamente assettata, potenzialità tali da regalare notevoli soddisfazioni alle velleità corsaiole dei suoi possessori.
<<In vista della nostra imminente partecipazione al prossimo Top Marques Monaco Show, abbiamo cercato in pista il riscontro sportivo delle prestazioni di Evantra. Questo obiettivo è stato pienamente centrato e a giorni condivideremo questa esperienza con gli appassionati, che da ogni parte del mondo seguono le nostre attività, diffondendo sui canali di Mazzanti Automobili le foto e il video di questa sessione>>, ha concluso Mazzanti.
Mazzanti Automobili disegna, progetta e costruisce i propri sogni e quelli dei propri clienti; esclusive supercar estremamente personalizzabili, oggetti unici come la cura e la passione che accompagna la loro creazione. La sua storia inizia nei primi anni del nuovo millennio con il marchio F&M, frutto della passione per le automobili sportive e dall’esperienza e competenza acquisita lavorando su di esse a 360°, di Luca Mazzanti & Walter Faralli. Lo scopo era quello di riportare la vettura al suo giusto valore; da oggetto da utilizzare solo per necessità a vettura come soggetto, come unica protagonista ovunque si trovi. Con l'inizio del 2010, la grande e positiva accelerazione delle due attività, ha consentito alle due aziende di dare vita a due poli ben distinti nel settore automotive (restauro di vecchie auto per Faralli e produzione di nuove per Mazzanti), anche se legati tra loro attraverso una stretta partnership. Nascono così Mazzanti Automobili e le sue supercar da sogno. 

SHARE
Melina Famà
23 anni, siciliana doc e amante di scarpe, borse e buon cibo. Laureata in Linguaggi dei Media all'Università Cattolica di Milano, si avvicina al mondo dei motori grazie al fidanzato, che la istruisce quasi come un maschiaccio. Gattara nell'animo, è admin di @igers_messina.