Torino – L’Assemblea degli azionisti di Fiat Spa, dopo 115 anni per l’ultima volta riunita al Lingotto (la prossime si svolgeranno nelle sedi legali o amministrative del Gruppo FCA, a Londra o ad Amsterdam), ha approvato il bilancio dell’esercizio 2013 nonché la proposta di destinazione del risultato di esercizio.
L’Assemblea ha quindi espresso voto consultivo favorevole sulla politica in materia di remunerazioni ai sensi dell’art. 123 ter D. Lgs. 58/98, già resa nota e comunicata al mercato. E’ stata inoltre rinnovata l’autorizzazione già in essere relativa all’acquisto ed alla disponibilità di azioni proprie anche attraverso società controllate, revocando contestualmente l’analoga delibera assunta dall’assemblea del 9 aprile.. L’autorizzazione riguarda un numero massimo di azioni tale da non eccedere il limite di legge sul capitale sociale ed il controvalore massimo di 1,2 miliardi di euro, tenuto conto delle azioni Fiat già detenute dalla Società per 259 milioni di euro. Gli acquisti sono al momento sospesi e l’autorizzazione non comporta alcun obbligo di acquisto.

IL BILANCIO DI SOSTENIBILITÀ 2013
Fiat Spa e Chrysler Group Llc hanno pubblicato il bilancio di sostenibilita 2013 che illustra le iniziative, i risultati e gli impegni di sostenibilita. Il ilancio segna il terzo anno di rendicontazione congiunta di Fiat e Chrysler sugli aspetti economici, ambientali e sociali e costituisce il primo bilancio a partire dal completamento dell'acquisizione di Chrysler Group Llc, che ha cosi finalizzato l'alleanza strategica globale avviata nel 2009.
<<Abbiamo creato una realta unica e straordinariamente ricca a livello tecnico, professionale e umano; una realta fatta di trecentomila persone nel mondo che condividono lo spirito e i valori di un gruppo che vuole distinguersi tanto per l'eccellenza dei suoi prodotti quanto per una condotta responsabile, basata sui valori dell'integrita, della serieta e della trasparenza –  ha affermato Sergio Marchionne, amministratore delegato di Fiat Spa e presidente e amministratore delegato di Chrysler Group Llc -.  L'insieme di Fiat e Chrysler ci ha permesso di rafforzare ulteriormente l'impegno comune verso i temi della sostenibilita, facendo leva sui rispettivi punti di forza e condividendo le migliori pratiche. Il nostro impegno a favore di una mobilita sempre piu sostenibile si basa su un approccio bilanciato che prende in considerazione le migliori tecnologie sia convenzionali sia alternative, anche in modo combinato, per garantire da subito effetti positivi sull'ambiente e soluzioni accessibili ai clienti>>.
Nel 2013, il Gruppo ha proseguito il percorso d'identificazione dei temi sociali, economici e ambientali piu materiali ed ha aggiornato i suoi obiettivi di lungo periodo su scala globale. Tra i principali risultati di sostenibilita conseguiti dal Gruppo nel 2013: progressi nella riduzione delle emissioni di CO2 e dei consumi dei veicoli del Gruppo, con circa il 71% delle vetture dei Marchi generalisti e premium immatricolate in Europa nel 2013 ha registrato emissioni di CO2 fino a un massimo di 120 g/km, negli Stati Uniti, la fuel economy delle vetture e migliorata arrivando a 32,1 miglia per gallone e quella dei light truck a 24,5; confermata in Europa la leadership nei veicoli a metano con una gamma di 12 vetture e veicoli commerciali, in aggiunta al Ram 2500 Heavy Duty Cng, pickup alimentato a gas naturale offerto in North America; continuo impegno nella promozione di nuove soluzioni di mobilità con riferimento alla gestione del traffico, a modelli di mobilita alternativi e al coinvolgimento del cliente durante l'esperienza di guida; conseguimento da parte di tre stabilimenti del Gruppo dell'oro nel World Class Manufacturing; iniziative a favore della diversita tra i dipendenti e dello sviluppo di competenze in quanto leve per l'innovazione; continuo impegno a favore dello sviluppo autonomo delle comunita locali dove il Gruppo opera e dell'educazione dei giovani sui temi della scienza, della tecnologia, dell¡¦ingegneria e della matematica; conferma di Fiat SpA per il quinto anno consecutivo negli indici Dow Jones Sustainability Indices World e Europe, e leadership nel Carbon Disclosure Leadership Index Italy 100 e nel Carbon Performance Leadership Index Italy 100.