Rimini – A My Special Car Show 2014, dal 9 all’11 maggio, un’importante novità: Ferrari, con i suoi Musei, sarà presente a Rimini Fiera con una selezione di modelli davvero unici, per esprimere all’ennesima potenza lo spirito di My Special Car Show.
Il circuito museale Ferrari comprende il Museo Ferrari di Maranello, un percorso tra le Formula 1 più celebri e vittoriose, i modelli delle categorie Sport Prototipi e Gran Turismo e i più significativi tra quelli da strada. Inoltre mostre a tema, come quella attualmente in corso che celebra i 60 anni della Ferrari in America e l’arrivo della nuova California T.  Da quest’anno a raccontare l’avvincente storia del Cavallino Rampante si è aggiunto il Museo Enzo Ferrari a Modena, un avveniristico padiglione dove vivere, tra le automobili più significative della sua vita, la storia di Enzo Ferrari pilota, creatore della Scuderia negli anni ‘30 e costruttore dal 1947.
Le auto presenti a My Special Car Show, all’interno dello spazio dedicato ai Musei Ferrari nella Hall Sud di Rimini Fiera, sono modelli speciali e sportivi che, come comune denominatore, hanno quello di stupire e far sognare: la 575 Superamerica, una versione convertibile della 575 M coupé, con un tetto incernierato di nuova concezione; la 612 Scaglietti 60.mo anniversario – che deve il  nome allo scomparso Sergio Scaglietti, fondatore dell'omonima carrozzeria modenese assorbita dal gruppo Ferrari alla fine degli Anni Sessanta – un'edizione limitata di 60 esemplari, ognuno con finitura e dettagli unici per quella particolare auto;  la GTO Evoluzione che sarà esposta a My Special Car Show non ha mai corso ed è rimasta quindi un modello di sviluppo ed oggi fa parte della collezione Ferrari; la 750 Monza, in assoluto tra le più prestigiose vetture sport realizzate a Maranello. Non può mancare infine una F1, qui rappresentata dalla F1 126 CK: dopo 31 anni la Ferrari torna ad utilizzare in Formula 1 un motore sovralimentato; per la definizione del modello si seguono due strade, entrambe basate su un motore V6 di 120 gradi di 1.500 cc. La prima strada prevede la sovralimentazione con sistema Comprex della Brown Boveri e la vettura viene denominata 126 CX, mentre l’altra utilizza un doppio turbo KKK ed è denominata CK. Con questa monoposto Villeneuve ottenne due vittorie, a Montecarlo e in Spagna.