Vallelunga – Il mondo del motociclismo strizza l’occhio all’ambiente, e il buon esempio arriva direttamente dalla Fmi, ed in particolare dal campionato italiano velocità. Il 17 e 18 Maggio infatti il circuito romano di Vallelunga ospiterà il secondo weekend di gare del Civ 2014, e la Federazione Motociclistica Italiana ha studiato un’iniziativa dedicata non solo ai tifosi ma anche a tutti quelli che dovranno raggiungere la pista in occasione dell’evento, addetti ai lavori compresi, iniziativa che punta ad incentivare la mobilità sostenibile. Chiunque arriverà in circuito in carpooling, infatti, da un lato contribuirà a ridurre l’impatto ambientale delle gare e dall’altro scoprirà interessanti vantaggi per godersi ancora di più lo spettacolo in pista.
Il tutto sarà possibile grazie all’appoggio di ViaggiaInsieme, uno dei portali per i viaggi condivisi più frequentati d’Italia, che realizzerà un servizio ad hoc per mettere tutti gli interessati di offrire o trovare un passaggio per la tappa di Vallelunga del Cic.
A valutare i benefici dell’operazione ci penserà lo Studio Botta & Associati, specializzato nella progettazione e nello sviluppo di soluzioni per la sostenibilità ambientale, che si occuperà di calcolare le emissioni di CO2 che saranno evitate grazie all'iniziativa, generando in tal modo certificati di Credito di carbonio volontari (Ver), vendibili sul mercato nazionale ed internazionale.
<<E’ un’idea che abbiamo realizzato con piacerecommenta Simone Folgori, responsabile campionato italiano velocità  – grazie alla collaborazione con ViaggiaInsieme. Nel nostro sport diamo libero sfogo ai motori, ma non ci dimentichiamo certo della salvaguardia dell’ambiente, motivo per cui ci è piaciuta l’idea di incentivare la mobilità sostenibile>>.
<<Siamo felici di poter mettere la nostra tecnologia a disposizione per un evento così importante
ha continuato Daniele Vallesi, responsabile di ViaggiaInsiemeLa collaborazione è importante non solo per il prestigio dell'interlocutore, ma perchè lo sport è veicolo di sensibilizzazione ed educazione. Se tutto ciò diventasse prassi, sarebbe più facile veicolare temi fondamentali come la riduzione degli sprechi e la difesa dell'ambiente>>.

SHARE
Dal 1993 pubblicista iscritta all’Ordine dei giornalisti. Diplomata al Conservatorio, ha fatto esperienze musicali come cantante. Le piace Brahams ma ascolta Charlie Parker. Ha un debole per il sushi e la cucina cinese. Ama i gatti neri. Collaboratrice di Automotonews.com dal 2001.