Hannover –  Il Gruppo Continental registra una forte partenza quest’anno, aumentando in maniera significativa i suoi profitti. Nel primo trimestre del 2014, l’utile netto attribuibile agli azionisti della Capogruppo è cresciuto del 33,3% pari a Euro 588 milioni. Gli utili per azione quindi si sono attestati su Euro 2,94 per azione dopo il valore di Euro 2,21
dello stesso periodo nell’anno precedente.
Alla presentazione dei dati durante l’Assemblea annuale dei soci del 25 aprile, il fornitore internazionale automotive, produttore di pneumatici e partner industriale, aveva già rivisto ampiamente il proprio outlook, conseguendo un Ebit rettificato da oltre il 10% nell’anno corrente a più del 10,5%. Allo stesso tempo, il target ricavi di circa Euro 35 miliardi per l’esercizio 2014 è stato confermato.
Nei primi 3 mesi di quest’anno, le vendite consolidate sono aumentate del 4,4% di anno in anno attestandosi alla quota di Euro 8,4 miliardi. Modificate per gli effetti legati al consolidamento e ai tassi di cambio, che hanno avuto un impatto molto negativo sul primo trimestre, le vendite sono aumentate di oltre l’8,3%. L’Ebit è aumentato di quasi il 21% anno dopo anno attestandosi al 31 marzo alla quota di Euro 903 milioni. Questo corrisponde a un margine del 10,8% dopo il 9,3% dell’anno precedente.
Il margine operativo netto del primo trimestre è aumentato di oltre il 19,7% anno dopo anno, pari a Euro 953 milioni. Il margine Ebit rettificato era pari all’11,4% quindi sopra il 10%, raggiunto dopo i primi tre mesi del 2013. Il Gruppo Continental ha ridotto il suo indebitamento netto a Euro  4,2 miliardi come risulta alla fine del primo trimestre. E’ inferire di Euro 47 milioni di rispetto al dato di fine 2013 e quasi Euro 1,4 miliardi inferiore al dato di raffronto dell’anno scorso. Di conseguenza il rapporto di indebitamento è salito al 43,2% alla fine di marzo 2014.