Roma – La due giorni della più antica manifestazione motoristica italiana, si è aperta con la consegna dei Motor Awards, riconoscimenti che il mensile Motor, organizzatore del Roma Motor Show, ha consegnato a dirigenti del settore e non. Preceduta da un convegno dal titolo: “La tecnologia automotive al servizio della sicurezza”, la premiazione ha visto protagonisti personaggi come Massimo Nordio, a.d. di Volkswagen Group Italia, Ascanio Rozera, segretario generale dell’Automobile Club d’Italia e Ruggero Campi, presidente di Aci Vallelunga
Di Massimo Nordio le parole più lusinghiere spese per il Roma Motor Show: <<Una manifestazione che in un anno di incertezza fra Bologna e Milano è una immancabile e piacevole realtà!>>
Sabato e domenica il Roma Motor Show ha visto il numeroso e interessato pubblico prendere d’assalto tutte le aree tematiche della manifestazione, che quest’anno ha avuto un occhio di riguardo  per l’ecologia e la sicurezza. Sono stati seguiti con molto interesse i corsi di manovre salvavita pediatriche della Croce Rossa Italiana, così come ha riscosso sempre molto successo il progetto Rosso Giallo Verde dedicato ai bambini dai 3 ai 12 anni che hanno conseguito la loro prima patente sotto lo sguardo attento, ma anche divertito, dei genitori.
Importante conferma per la Green Zone, area dedicata ai test di vetture ecologiche, ibride ed elettriche di Citroën, Infiniti, Mazda, Peugeot, Renault e Nissan dove in soli due giorni sono state effettuate ben 900 prove.
Molto apprezzate anche le new entry come l’area 4getMeNot, dove operatori specializzati hanno mostrato al pubblico il modo più sicuro di trasportare bambini e cani a bordo delle automobili, mentre a riprova del fatto che la sicurezza può essere uno stimolo per vivere l’auto in positivo, l’area della guida sicura dell’Aci ha registrato più di un centinaio di guide. Largo, comunque, anche alla passione per l’auto nell’area Off-Road che ha registrato più di un migliaio di test sui fuoristrada di Land Rover, Jeep e Dacia a disposizione.
Molto apprezzate anche l’esposizione, che ha visto protagonista non solo la produzione di serie dei più attivi marchi automobilistici, ma anche i Corpi dello Stato e le vetture speciali dei club Amarican Car Club of Rome e Usa Drivers Club, così come i due appuntamenti previsti con le vetture d’epoca del Colosseum Club Veicoli Storici e del tuning con il club Team Bull Sound che quest’anno  ha proposto un insolito abbinamento fra vettura e animale da compagnia.
Insomma una grande festa con la colonna sonora del rombo dei motori delle moto del campionato italiano velocità che gareggiavano sul circuito dedicato a Piero Taruffi.