Bologna – Nel 2012 in Italia il trasporto interno su strada ha movimentato complessivamente 1.098,7 milioni di tonnellate di merci. Con riferimento alle percorrenze, come mostra la tabella, il 68,72% del trasporto interno di merci su strada realizzati nel nostro Paese nel 2012 è avvenuto su
percorsi di breve raggio (entro i 100 km), mentre l’incidenza dei trasporti su percorsi medio lunghi (da 101 ad oltre 500 km) è stata del 31,28% sul totale dei trasporti interni. I dati citati sono gli ultimi disponibili e derivano da una rielaborazione su dati Istat dell’Osservatorio Autopromotec.
In Italia, i fattori che determinano la preponderanza dei percorsi a breve raggio (68,72% sul totale) nel trasporto interno su gomma, sono essenzialmente di carattere strutturale. Le principali cause sono da ricercarsi (secondo quanto riportato nell’Annuario Statistico Italiano 2013 pubblicato dell’Istat) “nella distribuzione sul territorio della popolazione, nella localizzazione e dimensione delle imprese, nei vincoli legati alla dotazione di infrastrutture, nel sistema distributivo e nella frammentazione del commercio al dettaglio”. Nel sistema dei trasporti, l’utilizzo degli autoveicoli è fondamentale in quanto il veicolo su gomma è l’unico mezzo di integrazione con i trasporti marittimi, ferroviari e aerei che non possono che concludersi attraverso il trasporto su strada. Da segnalare, inoltre, che ben il 98% delle tonnellate trasportate ed il 90% delle tonnellate/chilometro è generato dal traffico interno.