Roma – Attraverso il suo d.g. Giovanni Bisignani, l’Iata ha espresso le proprie paure circa il futuro a breve termine del trasporto aereo.
<<Il trasporto aereo è nei guai – ha affermato Bisignani – Le perdite potrebbero toccare i 6,1 miliardi di dollari, spazzando via gli utili per 5,6 miliardi del 2007>>.
Il d.g. dell’Iata dà la colpa della situazione attuale al caro carburanti  e afferma che le stime <<mostrano un continuo rallentamento della crescita della domanda del trasporto aereo. Il traffico merci ha evidenziato una contrazione dello 0,8 per cento rispetto a giugno 2007. La crescita del traffico passeggeri si è attestata al 3,8%, il livello più basso dal 2003. Il fattore di carico è sceso al 77,6%, 1,2 punti percentuali in meno rispetto al 78,8% registrato a giugno 2007. Di fronte al nuovo scenario – ha concluso il d.g. – occorrono azioni urgenti per superare questo periodo di crisi>>. (ore 14:10)

NO COMMENTS

Leave a Reply