Maranello – Per il quarto anno consecutivo un motore Ferrari conquista il primo posto in due categorie del prestigioso premio internazionale “Engine of the Year” con i titoli di Best Performance Engine e “Miglior motore sopra i 4 litri”. In questa edizione il vincitore è il V8 aspirato da 4,5 litri che equipaggia la 458, nelle versioni Coupé e Spider, e nell’evoluzione con maggiore potenza, la 458 Speciale. L’unità ha vinto entrambi i premi nel 2011 e nel 2012, scalzata dalla cima della categoria "Best Performance" nel 2013 solo da un altro propulsore della Casa di Maranello, il V12 da 740 cv e 6262 cm3 della F12berlinetta. La Ferrari mette così a segno un’impressionante serie: 8 vittorie in 4 anni.
 La giuria composta da giornalisti di 35 Paesi ha elogiato all’unanimità il sofisticato mix di raffinatezza progettuale, potenza, risposta all’acceleratore, precisione, prestazioni, efficienza e sound del V8 Ferrari.
Vittorio Dini, direttore motopropulsori della Ferrari, nel corso della cerimonia di consegna dei premi ha dichiarato: <<Questo è un fantastico risultato per tutti noi della Ferrari e riflette il nostro continuo impegno nella progettazione e sviluppo di nuovi motori. Il V8 installato sulla 458 Speciale esprime la più alta potenza specifica mai raggiunta da un motore aspirato per uso stradale, 135 cvl, unita ad una efficienza ancora maggiore e  alle eccezionali prestazioni che i nostri clienti si aspettano>>.
 La massima evoluzione dell’8 cilindri eroga infatti 605 cv a 9000 girimin. Come tutte le serie speciali del Cavallino Rampante la 458 Speciale presenta una serie di innovazioni tecnologiche ed è progettata per i clienti più sportivi alla ricerca di emozioni di guida estreme. L’innovazione riguarda tutta la vettura con prime mondiali e brevetti nelle aree motopropulsore, aerodinamica e controlli elettronici. Queste soluzioni, insieme a un eccellente handling, consentono alla 458 Speciale di raggiungere i più alti livelli di performance di sempre per una V8 Ferrari.
**********
Stoccarda – Il motore Ford EcoBoost 1.0 a 3 cilindri ha conquistato per il terzo anno consecutivo il titolo di Motore dell’Anno, confermandosi campione anche nel 2014. Il triplice successo stabilisce un record: non era mai accaduto che un motore si aggiudicasse per 3 volte il  riconoscimento. L’EcoBoost 1.0 a 3 cilindri si è distinto ancora una volta per la straordinaria combinazione di prestazioni, efficienza, tecnologia e guidabilità che lo caratterizza. La vittoria è stata annunciata nel corso dell’Engine Expo 2014, a Stoccarda.
La giuria, composta da 82 giornalisti specializzati provenienti da 35 diversi Paesi, ha tributato all’EcoBoost 1.0 anche la vittoria per il terzo anno consecutivo nella categoria ‘Best Engine Under 1.0-litre’, riservata ai motori di cubatura inferiore a un litro.
<<Il terzo successo consecutivo del motore EcoBoost 1.0 a 3 cilindri ribadisce ancora una volta l’impegno che Ford dedica nell’offrire ai propri clienti una soluzione senza compromessi per ridurre la spesa per il carburante – ha dichiarato Domenico Chianese, presidente e amministratore delegato di Ford Italia – Rispetto a propulsioni alternative, che richiedono un maggior impegno economico nel momento dell’acquisto, l’EcoBoost 1.0 permette di incrementare l’efficienza senza rinunciare alle prestazioni e al comfort, e senza la necessità di cambiare le proprie abitudini di guida e di rifornimento>>.
Con questo nuovo successo, l’elenco dei riconoscimenti conquistati EcoBoost 1.0 sale a quota 13. Oltre ad aggiudicarsi per 3 anni consecutivi il titolo di Motore dell’Anno, sia assoluto che di categoria, nel 2012 ha vinto anche nella categoria Best New Engine, riservata ai motori debuttanti. Ha conquistato inoltre l’International Paul Pietsch Award in Germania, il Dewar Trophy del Royal Automobile Club inglese, il Breakthrough Award della rivista americana Popular Mechanics, nonché il ‘10 Best Engines Trophy’ del Wards Automotive Group, che per la prima volta ha attribuito la vittoria a un motore 3 cilindri.
Mercedes-AMG ha ottenuto due premi: il quattro cilindri turbo AMG da 2 litri conquista una straordinaria doppia vittoria nelle categorie New engine 2014 e 1.8-litre to 2-litre. I due premi sono stati assegnati nell’ambito della fiera dedicata ai motori Engine Expo di Stoccarda. Il propulsore di Casa Mercedes-AMG si è imposto come motore quattro cilindri di serie più potente al mondo nelle categorie New engine 2014 e 1.8-litre to 2-litre, superando rispettivamente 36 e 42 importanti concorrenti di Europa, USA ed Asia. Il marchio High Performance di Mercedes-Benz dimostra così, ancora una volta, la sua grande competenza nello sviluppo e produzione di affascinanti motori ad alte prestazioni. La giuria internazionale è stata favorevolmente impressionata dalla straordinaria potenza e dall’eccellente handling del motore quattro cilindri AMG.
Anche Il Gruppo Psa ha ricevuto il premio per l’ottavo anno consecutivo, nella categoria dei motori con cilindrata da 1,4 a 1,8 litri. Il riconoscimento è andato ancora una volta al motore benzina 1,6 litri turbo a iniezione diretta, sviluppato in collaborazione con Bmw Group. Derivato dalla famiglia Prince, è disponibile nelle versioni 155 cv, 200 cv e, più di recente, 270 cv che equipaggia la nuova Peugeot RCZ R.

NO COMMENTS

Leave a Reply