Bologna – Da gennaio a marzo 2014 il traffico di veicoli in autostrada è aumentato dello 0,9% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Stessa percentuale di crescita (0,9%) hanno avuto sia il traffico dei veicoli pesanti sia il traffico dei veicoli leggeri. Si tratta di dati positivi ed incoraggianti, sottolinea Federpneus (Associazione nazionale dei rivenditori specialisti di pneumatici) e che potrebbero ulteriormente migliorare, visto che aprile è stato caratterizzato da alcuni giorni festivi molto vicini e da diversi ponti particolarmente adatti per compiere gite fuori porta o veri e propri viaggi. In attesa dei dati di aprile, che saranno diffusi, come quelli dei primi tre mesi dell’anno, da Aiscat (Associazione italiana società concessionarie di autostrade e trafori), vi è da mettere in evidenza che anche nel mese di dicembre 2013 i dati sull’andamento del traffico in autostrada erano positivi sia per i veicoli leggeri che per i veicoli pesanti. A gennaio, però, la ripresa sembrava essersi già esaurita, a causa di dati particolarmente negativi sul traffico di veicoli pesanti in autostrada, dati negativi che hanno causato un calo anche nel traffico totale. Febbraio e marzo hanno però ribaltato questa tendenza con dati positivi in entrambi i comparti ed hanno compensato ampiamente il lieve calo di gennaio.
Per i prossimi mesi ci si può attendere un ulteriore aumento del traffico in autostrada, visto che le vacanze si avvicinano ed in generale la stagione estiva porta ad un aumento del traffico. La prevista crescita dei viaggi è una ragione di più, sottolinea Federpneus, per ricordare a tutti, ma in particolare a chi va in vacanza, che è di fondamentale importanza per la sicurezza della circolazione, effettuare, prima di partire, un controllo accurato del veicolo che si utilizzerà, senza trascurare gli pneumatici, che sono l’unico punto di contatto tra il veicolo e la superficie stradale. In particolare è opportuno far controllare da personale specializzato (come i rivenditori specialisti di pneumatici) le condizioni esterne e la pressione di gonfiaggio delle gomme.