Roma – Mentre si allungano i tempi di risoluzione della vicenda Alitalia, è bene ricordare che i titoli della Compagnia aerea sono in stallo a Piazza Affari, sospesi dalle contrattazioni, dal 3 Giugno scorso. Lo stop alle contrattazioni era stato deciso in coincidenza con l’avvio del nuovo tentativo di privatizzazione, con il mandato all’advisor Intesa Sanpaolo per la definizione di un piano di salvataggio, che per decisione del Consiglio dei Ministri ha comportato anche la sospensione degli obblighi di informazione al mercato.
Prima del provvedimento di sospensione dalle contrattazioni di Piazza Affari il titolo aveva vissuto per 2 mesi nel limbo della negoziazione in unica fase d’asta. In pratica, dal 9 Aprile fino al 3 Giugno, il titolo faceva solo prezzo teorico durante il giorno e veniva scambiato esclusivamente nell’asta di chiusura. Insomma una ulteriore situazione di stasi che certo non può giovare alla compagnia di bandiera (o presunta tale…) italiana. (ore 15:00)