Tokyo – Nissan ha ideato un sistema in grado di prevenire collisioni, che integra due tecnologie all’avanguardia: il sistema di prevenzione delle collisioni laterali (SCP, Side Collision Prevention) e il sistema di prevenzione delle collisioni in retromarcia (BCP, Back-up Collision Prevention).
Queste tecnologie, in combinazione con i sistemi di controllo della distanza di sicurezza (DCA, Distance Control Assist) e di prevenzione di invasione di corsia (LDP, Lane Departure Prevention), ampliano ulteriormente il concetto di “Safety Shield” della Casa nipponica, pensato per proteggere il veicolo e i suoi occupanti da potenziali rischi derivanti da più direzioni.
Prevenzione delle collisioni laterali (SCP): quando il conducente decide di cambiare corsia, i sensori laterali attivano un sistema d’allarme qualora venga rilevato un veicolo in avvicinamento nella corsia di destinazione. Il sistema di controllo frenata di entrambe le ruote aziona quindi un meccanismo di imbardata per evitare una potenziale collisione.
Prevenzione delle collisioni in retromarcia (BCP): durante una manovra di retromarcia, i sensori laterali e posteriori rilevano eventuali oggetti presenti sulla traiettoria del veicolo. Se viene individuato un ostacolo, scatta un allarme acustico seguito dall’attivazione dei freni, al fine di evitare collisioni in situazioni quali, ad esempio, l’uscita di un veicolo da un parcheggio.
Il sistema DCA consente inoltre di mantenere un’adeguata distanza di sicurezza, mentre il sistema LDP previene l’allontanamento del veicolo dalla corsia imboccata. Entrambi i sistemi completano le nuove tecnologie SCP e BCP per creare un prototipo di veicolo immune da collisioni a 360°. Il sistema di allarme acustico e le caratteristiche di sicurezza preventiva sono progettati per fornire un supporto di tipo intuitivo al conducente, con un intervento di entità minima. (ore 16:00)