Volvo XC90, una Spa non per… azioni

Volvo XC90, una Spa non per… azioni

Stoccolma – La nuova XC90 di Volvo che verrà presentata in anteprima assoluta a Stoccolma fra due settimane sarà la prima automobile di questa gamma basata sulla Spa (Architettura di Prodotto Scalabile), la tecnologia sviluppata dalla Casa svedese per la realizzazione di un telaio modulare.
La Spa è il risultato di un intenso lavoro svolto internamente da Volvo negli ultimi quattro anni e costituisce il fondamento del piano di trasformazione aziendale attualmente in corso del valore di 11 miliardi di dollari. La Spa verrà introdotta con la nuova XC90 e sarà poi estesa all’intera gamma di prodotti che verranno.  La Spa offre due vantaggi principali. Innanzitutto, la sua flessibilità affrancherà gli ingegneri e i progettisti di Volvo, consentendo loro di concepire e introdurre un’ampia gamma di nuove e accattivanti caratteristiche stilistiche, al tempo stesso migliorando la guidabilità delle vetture, sviluppando dispositivi di sicurezza inediti, proponendo le più recenti tecnologie per la connettività in auto e creando maggiore spazio all’interno del veicolo. Secondariamente cambierà il modo in cui Volvo costruirà le automobili in futuro, consentendo l’integrazione di una vasta gamma di vetture, sistemi di propulsione, impianti elettrici e tecnologie – tutti caratterizzati da gradi di complessità diversi sulla stessa architettura e generando quindi notevoli economie di scala.
Per la nuova XC90 viene proposta una gamma di diversi motori della famiglia Drive-E, tutti contraddistinti da un’eccellente combinazione di prestazioni ed efficienza nei consumi. Questa famiglia modulare di quattro cilindri diesel e benzina da 2.0 litri include livelli differenti di sovralimentazione, così da coprire una gamma che si estende dalle varianti con coppia e potenza elevate alle versioni con consumi più contenuti. Il modello top di gamma, la XC90 Twin Engine, abbina un quattro cilindri turbo benzina sovra-alimentato da 2 litri a un motore elettrico e garantisce un ‘mix’ impareggiabile di potenza e basso impatto ambientale, circa 400 cv con emissioni di anidride carbonica (CO2) pari a circa 60 g/km (ciclo di guida Nedc). La Spa riesce inoltre a integrare l’elettrificazione a tutti i livelli senza ‘intrusioni’ nell’abitacolo o nel vano bagagli. Altri costruttori hanno cercato soluzioni che consentissero l’inserimento armonioso del voluminoso pacco batterie in un abitacolo raffinato e spazioso, problema che Volvo è riuscita a superare grazie alla Spa che aiuta Volvo a sostenere la propria reputazione di azienda leader nel mondo per la sicurezza senza dover scendere a compromessi in termini di linea, dimensioni o peso. Grazie all’ampio uso di acciaio al boro ad alta resistenza, le vetture basate sulla Spa possono essere più compatte e più sicure al tempo stesso. La Spa comprende inoltre un impianto elettrico dall’architettura innovativa che aumenta notevolmente il livello di intelligenza dell’auto. E’ stata infatti concepita per facilitare l’integrazione delle nuove tecnologie in aree in rapida evoluzione come quella dei microprocessori, dei sensori e delle videocamere. In questo modo si facilita l’introduzione di nuove soluzioni di sicurezza per la prevenzione degli incidenti e si velocizza l’adozione di nuove opzioni multimediali e di connettività.
Oltre agli importanti vantaggi in termini di prodotto apportati dall’architettura scalabile, esistono dei benefici a livello industriale. La Spa consente a Volvo di sviluppare una gamma di modelli basati sulle stesse interfacce,  moduli, sistemi scalabili e componenti comuni e costruiti in un contesto produttivo flessibile. Ciò vuol dire che tutti i modelli Volvo, a partire dalla serie 60 in su, possono essere costruiti sulla stessa linea di produzione, indipendentemente dalla loro complessità.
Oggi per la prima volta Volvo presenta alcune immagini eloquenti del frontale, o “volto”, del nuovo suv XC90, che si distingue per le luci di marcia diurna a “T”, ribattezzate dal team stilistico “martello di Thor”, poiché ricordano la forma del martello utilizzato dal famoso Thor, il dio nordico del tuono.

NO COMMENTS

Leave a Reply