Browns Lane – La divisione Jaguar Land Rover Special Operations ha svelato la "nuova" Lightweight E-type, costruita a mano da artigiani altamente qualificati, in un nuovo impianto a Browns Lane. La nuova Lightweight E-Type è la prima riproduzione proveniente dal Jaguar Heritage, un team che lavora all'interno della divisione Jaguar Land Rover Special Operations. Saranno solo sei le Lightweight E-type che verranno costruite: ad ognuna di esse verrà associato uno dei numeri di telaio rimanenti, nel  1963,  dalle 18 vetture del progetto "Special GT E-type", di cui 12 sono già state prodotte.
Il nuovo impianto per i clienti del Jaguar Heritage a Browns Lane è ora aperto per offrire servizi di assistenza garantita e di restauro per modelli storici Jaguar. Nel ricreare la Lightweight, il Jaguar Heritage si è rivolto alle sue eccellenti risorse ingegneristiche e progettuali, tra cui l’innovativa tecnologia della carrozzeria in alluminio. Le specifiche tecniche comprendono una scocca in alluminio con portiere, copertura vano bagagli, tettuccio rigido e cofano anch'essi in alluminio e assemblaggio secondo gli standard originali.
Il motore XK sei cilindri rispecchia le unità propulsive originali, con un blocco di alluminio, testata in alluminio “wide angle” e lubrificazione a carter secco. Le vetture saranno vendute come veicoli d'epoca da competizione e saranno idonee all'omologazione Fia al fine di gareggiare nelle competizioni di categoria.
Erano state realizzate solo 12  Lightweight E-Type originali e tutte tranne una hanno lasciato il reparto competizioni Jaguar di Browns Lane nel 1963 (l'ultima vettura è stata consegnata nel 1964). Un prototipo Lightweight, la "Car Zero", è stato portato a termine ed il 14 agosto verrà mostrato all'inaugurazione del weekend Pebble Beach Automotive, il più prestigioso evento del mondo riservato alle auto d'epoca
Contestualmente Jaguar e Bremont hanno creato una serie unica di sei orologi da polso. Gli speciali cronometri faranno da complemento alle sei nuove Lightweight E-type. L'orologio da 43 millimetri è caratterizzato da un quadrante nero che ricorda il contagiri della Lightweight E-type. Le lancette smussate delle ore e dei minuti replicano l'ago del tachimetro. Il numero di telaio della corrispondente Lightweight E-Type è apposto in corrispondenza delle ore sei. Ogni orologio porta il numero del motore della vettura a cui è stato associato.L'alluminio recuperato dalla costruzione della Lightweight E-Type è stato utilizzato nelle casse in oro bianco. Bremont esordisce con il primo cronometro a carica automatica brevettato, ottimamente rifinito con una riserva di carica di 50 ore e dotato di rotore a "volante". Corona di carica con incisione del battistrada dei pneumatici da corsa Dunlop dell'epoca che saranno montati nelle nuove Lightweight. Volante Lightweight con raggi in lega e bordo in vero legno presente sul retro di ogni orologio a formare parte del rotore.