Roma – Il presidente delle Fs, Innocenzo Cipolletta, ha commentato, non senza una buona dose di polemica, seppur velata, le voci di interessamento da parte di Deutsche Bahn e dei francesi di Sncf ad entrare nel capitale di Ntv (Nuovo Trasporto Viaggiatori), prima società privata ad annunciare di volersi lanciare nell’avventura dell’alta velocità con treni da 300 all’ora per cogliere l’opportunità della liberalizzazione.
«Sono amico di Della Valle e di Montezemolo – ha detto Cipolletta – e sono contento che loro vengano a fare concorrenza a noi: la condizione è che non vendano poi surrettiziamente questa società ai nostri competitor stranieri, ai francesi o ai tedeschi, perché allora sarebbe un po’ scorretto, perderebbero la faccia se vendessero, se facessero entrare nella loro azienda Deutsche Bahn o i treni francesi perché, se lo facessero, vuol dire semplicemente che hanno preso delle licenze per poi venderle ad altri ed io sono convinto che essendo persone d’onore non lo faranno…».
A metà luglio, infatti, Ntv si è presentata annunciando che dalla primavera-estate del 1011 metterà su rotaia 25 treni (prodotti dalla francese Alstom Agv, che già produce il Tgv) rosso Ferrari da 11 carrozze. (ore 14:15)