Roma – Infuria la polemica sul macchinista delle Fs licenziato per avere espresso il proprio parere sui treni spezzatisi a Milano.
Il presidente dei deputati del Pdl,, Fabrizio Cicchitto, ha ammonito in merito dall’evitare di confondere:<<i fannulloni con chi, per giunta nel suo ruolo di sindacalista, come nel caso di Dante De Angelis, denuncia situazioni riguardanti le inefficienze dell’azienda, soprattutto su una materia delicatissima quale è quella della sicurezza. Sulla vicenda degli Eurostar spezzati – ha detto – non esiste ancora una versione definitiva e quindi non si capisce perché l’azienda abbia voluto licenziare De Angelis che, peraltro, nel sindacato è incaricato proprio di occuparsi della sicurezza>>. Intanto si è scoperto che sul macchinista e sul primo provvedimento di licenziamento che lo ha investito anni fa, esiste un docu-film di novanta minuti presentato e rifiutato (perché considerato troppo militante) al Festival di Venezia con il titolo “Quando combattono gli elefanti”.
Il film racconta, con protagonista lo stesso De Angelis, il primo licenziamento del macchinista, ma arriva poi fino ai più recenti sviluppi della vicenda. Il documentario è ancora in cerca di distribuzione. (ore 11:15)