Authentic Brands 2016, il primo brand auto è Bmw. Harley prima tra le moto

Cohn & Wolfe, agenzia globale di comunicazione, ha presentato oggi la sua prima edizione di Authentic 100, un indice annuale dei marchi classificati secondo la percezione di autenticità da parte dei consumatori.

In cima alla classifica si posizione Disney e al secondo posto, prima tra i brand automobilistici, c’è Bmw. Per trovare un altro brand auto bisogna scendere al settimo posto, dove si trova un’altra azienda tedesca, Audi. Seguono poi Rolls Royce (12esima), Ford (13), Mercedes-Benz (16). Per trovare, invece, il primo brand a due ruote bisogna scorrere la classifica fino al 30esimo posto dove si posiziona Harley-Davidson. La classifica completa di Authentic Brands 2016 è disponibile su authentic100.com.

Lo studio di Cohn & Wolfe definisce per la prima volta le caratteristiche che determinano l’autenticità di marca e se la presenza o meno di questi attributi comporti variazioni nelle decisioni dei consumatori. La ricerca identifica un importante “authencity gap” tra brand e consumatori, con un 75% dei quasi 12.000 intervistati in 14 mercati che dichiarano un problema di credibilità per marchi e aziende.

Tra le componenti fondamentali dell’autenticità dei brand per i consumatori c’è ormai la privacy dei dati. A livello globale, infatti, “proteggere i dati dei clienti e la loro privacy” è il quarto più importante attributo di autenticità. E lo dimostra il recente “confronto” tra Apple (al quinto posto della classifica) e l’FBI sulla disponibilità a condividere le chiavi di cifratura. Ma in tema di “privacy”, gli italiani si dimostrano come i meno interessati.

9 SU 10 PREMIANO L’AUTENCITÀ
Quasi 9 consumatori su 10 sono disposti a premiare un marchio per la sua autenticità. Ovvero, il 52% lo consiglia ad altre persone e il 49% dimostra fedeltà alla marca. Un 20% sarebbe addirittura disposto a mettere mano alla tasca e a investire in un marchio in grado di dimostrare la sua autenticità.

Sì, ma come definire l’autenticità? I consumatori hanno bisogno ogni giorno di riscontri reali che dimostrino loro di poter contare sui marchi. Nel definire l’autenticità, danno priorità alla “qualità” (66%) – soprattutto gli Italiani – e alla “capacità di mantenere le promesse” (70%) rispetto a misure più valoriali quali la “responsabilità sociale” (57%) e la “responsabilità ambientale” (55%).

GLI ELEMENTI CHIAVE DELL’AUTENTICITÀ
Cohn & Wolfe ha creato e applicato un algoritmo proprietario, che tiene in considerazione i tre fattori principali che indirizzano la percezione dei consumatori, per sviluppare una diagnostica di marca della dimensione dell’autenticità. I tre elementi chiave dell’autenticità sono:

1) Affidabile. I consumatori considerano i brand autentici quando sono in grado di “mantenere le promesse” e dimostrare il rispetto della “qualità”.

2) Rispettoso. Sono brand che “trattano bene i clienti” e “proteggono i loro dati e la loro privacy” (gli italiani si dimostrano meno interessati su questo punto)

3) Vero. I brand che hanno un alto punteggio su questo attributo “comunicano con onestà” e “agiscono con integrità”.