Authors Posts by Redazione

Redazione

Redazione
24771 POSTS 0 COMMENTS
Dietro le quinte, il lavoro oscuro della redazione non conosce soste. Soprattutto sui social! Fate un salto sui nostri profili per leggerci meglio.

Importante restyling degli esterni e nuovi contenuti ad alta tecnologia. Le versioni top di gamma Ghibli S e Ghibli S Q4 sviluppano ora 20 cv in più per un totale di 430 cv.

Al Salone di Francoforte 2017 Maserati ha portato in scena la sua gamma più completa e sofisticata di sempre. A partire dalla nuova Ghibli, sottoposta a un importante restyling degli esterni e come tutti i gli altri modelli del Tridente sensibilmente affinata con l’aggiunta di nuovi contenuti ad alta tecnologia. La più venduta nella storia di Maserati, con oltre 70.000 esemplari consegnati in 70 Paesi a partire dal 2013, in linea con la strategia introdotta sulla Quattroporte nel 2016 viene ora proposta con i due nuovi allestimenti GranLusso e GranSport.

La Ghibli GranLusso si caratterizza per la ricercatezza delle finiture esterne e la sontuosità degli interni in seta, firmati Ermenegildo Zegna. La Ghibli GranSport, invece, riflette la tradizione racing di Maserati, accentuando la sportività dei dettagli esterni e dei contenuti interni.

Le due versioni top di gamma, Ghibli S e Ghibli S Q4, sviluppano ora una potenza di 430 cv con una coppia massima di 580 Nm, rispettivamente +20 cv e +30 Nm rispetto al model year precedente. Grazie all’incremento di potenza, la berlina sportiva di Maserati ha ora una velocità di punta di 286 km/h e lo scatto da 0-100 km/h avviene in 4,9 secondi sulla Ghibli S e in 4,7 secondi sulla versione a trazione integrale intelligente. Un’altra novità assoluta per Maserati è l’introduzione dello sterzo elettro assistito, che migliora l’handling ed è compatibile con le nuove funzioni attive dei sistemi di assistenza alla guida (Adas).

0 6

Reinventare la ruota. Con questo obiettivo Michelin ha presentato il prototipo di un pneumatico che segna un punto di rottura con il passato e apre la strada a nuove possibilità.

Michelin Vision è il concept di pneumatico senza aria, connesso, ricaricabile, personalizzabile e organico. Allo stesso tempo pneumatico e ruota. Un concentrato delle più importanti tecnologie sviluppate nell’ultimo secolo nel settore del pneumatico. Il progetto è stato lanciato sotto l’egida del Michelin Corporate Innovation Board (CIB) con un obiettivo molto chiaro: immaginare un oggetto tecnologico dal leggerissimo impatto ambientale.

Senz’aria, Michelin Vision è composto unicamente da materiali provenienti da fonti sostenibili ed è completamente biodegradabile. E non è una “visione” di un sogno irrealizzabile, ma qualcosa di molto concreto. Lo dimostrano i 19 brevetti che proteggono tutti gli aspetti di Vision, dal processo ai materiali.

Il concept Michelin Vision non ha bisogno di aria perché ha un’architettura interna in grado di sostenere il veicolo, sviluppata imitando le strutture alveolari presenti in natura. Inoltre, non può esplodere né sgonfiarsi. I materiali usati, provenienti da fonti sostenibili e biodegradabili, minimizzano l’impronta ambientale del pneumatico, che oltretutto è il primo pneumatico al mondo che si ricarica. Grazie a stampanti 3D, infatti, è possibile usare la quantità esatta di gomma necessaria alle esigenze.

La gestione dei pneumatici Michelin sarà facile come controllare l’e-mail. Con un semplice click, si potrà scegliere di ricaricare il pneumatico e modificarlo per un nuovo utilizzo. Che si vada a sciare o si partecipi a un rally, si potrà modificare il pneumatico a piacimento: Michelin Vision è personalizzabile, ricaricabile e adattabile.

0 6

Inalterate caratteristiche come la frizione assistita e anti-saltellamento, il telaio a traliccio e la sospensione posteriore back-link. Sarà sul mercato entro la fine dell’anno.

Entro la fine del 2017 la Kawasaki Z900 sarà disponibile anche in versione da 70kW dedicata ai possessori di patente A2. La versione da 70kW non avrà badge o segni distintivi che la possano differenziare dalla Z900 a potenza piena e manterrà inalterate importanti caratteristiche come la frizione assistita e anti-saltellamento, il telaio a traliccio e la sospensione posteriore back-link.

Il tutto condito da un sound degno della famiglia Z. Il quattro cilindri di questa nuova Z900 eroga una potenza massima di 70kW, per essere conforme alle regolamentazione della patente A2 con la possibilità quindi di essere depotenziato a 35kW.

Il depotenziamento, da effettuare esclusivamente in un concessionario ufficiale Kawasaki, è ottenuto con una nuova mappatura della centralina ed è completamente reversibile. La nuova Z900 70kW sarà disponibile in 4 colorazioni.

0 7

Annunciato il nuovo piano “Alleanza 2022” che punta a sinergie annuali pari a 10 miliardi di euro e prevede 12 nuovi modelli 100% elettrici e 40 nuovi veicoli a guida autonoma.

Il Gruppo Renault, Nissan e Mitsubishi costituiscono la più grande alleanza automobilistica al mondo. Nel 2016 le vendite cumulate dei tre partner hanno sfiorato i 10 milioni di veicoli, in circa 200 Paesi. L’alleanza è focalizzata sulla collaborazione e l’ottimizzazione delle sinergie e a tal fine è stata annunciato il rafforzamento della cooperazione e l’accelerazione della condivisione di piattaforme, motori e nuove tecnologie.

Il nuovo piano – progettato per i prossimi sei anni e denominato “Alleanza 2020” – prevede 12 nuovi modelli 100% elettrici, 40 nuovi veicoli a guida autonoma e lo sviluppo di servizi di mobilità su domanda con veicoli robotizzati.

“Oggi, l’Alleanza supera una nuova tappa. Il piano Alleanza 2022 si prefigge la realizzazione di 10 miliardi di euro di sinergie annuali. Le nostre vendite annuali dovrebbero superare 14 milioni di unità, generando un fatturato di 240 miliardi di dollari alla fine del piano”, sottolinea Carlos Ghosn, presidente e direttore generale dell’Alleanza.

Parallelamente all’annuncio del piano 2022, è stato presentato anche il nuovo logo dell’Alleanza. “Dal 1999, l’Alleanza ha indotto crescita e performance appoggiandosi soltanto su due aziende. Con il piano 2022 dimostreremo che possiamo generare crescita e performance a tre, o anche di più”, aggiunge Ghosn.

Sinergie supplementari sono attese anche nel campo dei veicoli commerciali leggeri, del post-vendita e della condivisione delle tecnologie (veicoli elettrici, autonomi e connessi), che completeranno quelle già realizzate grazie alla convergenza delle funzioni (ingegneria, fabbricazioni e logistica, acquisti e risorse umane). Al termine del piano, Renault, Nissan e Mitsubishi condivideranno 22 motorizzazioni su un totale di 31; nel 2016 erano 14 su su 38.

Inoltre, sarà creata una nuova piattaforma per veicoli elettrici con capacità di guida autonoma, sul modello delle piattaforme comuni CMF. Tra i modelli già derivati sulle piattaforme comuni ci sono Nissan Rogue, Nissan Qashqai, Nissan X-Trail, Renault Mégane, Renault Scénic, Renault Talisman, Renault Kwid e Datsun redi-GO.

Il prototipo fornisce molti indizi su come sarà il modello di serie. La Concept EQA anticipa il modello elettrico compatto. Entro 6 mesi il debutto del sistema di localizzazione what3words.

Svelata allo IAA 2017, la Mercedes-AMG Project One è probabilmente la più adrenalinica anteprima vista al Salone tedesco. Una showcar a due posti supersportiva, che adotta la più moderna tecnologia ibrida di Formula 1 trasferendola dalla pista alla strada, per la prima volta, praticamente intatta.

Il prototipo Mercedes di ibrida ad alte prestazioni può erogare più di 1.000 cv e raggiungere la velocità massima di oltre 350 km/h. Un progetto nato da un lavoro congiunto con i colleghi di Formula 1 di Brixworth e di Brackley che ha dato vita alla prima vettura di Formula 1 omologata per l’impiego su strada. Il prototipo fornisce già molti indizi su come sarà il futuro modello di serie, una tappa importantissima per lo sviluppo strategico di Merceds-AMG verso sportscar elettriche.

La trasmissione di forza alle ruote posteriori avviene attraverso un cambio manuale a 8 marce attuato idraulicamente e presupposto per le straordinarie caratteristiche della Mercedes-AMG Project One è la monoscocca in carbonio ad alta resistenza, con tecnologia derivata direttamente dal mondo della Formula 1. Conclusione: la Mercedes-AMG Project ONE è un’hypercar straordinaria. Per conferme, chiedere a Lewis Hamilton. Il video.

Il prototipo EQ nella categoria delle compatte

Il Salone di Francoforte 2017 è stato il palcoscenico di un altro importante debutto per Mercedes. La Concept EQA da oltre 200 kW mostra infatti che aspetto potrebbe avere un modello EQ nel segmento delle compatte. Del resto, entro il 2022 Mercedes immetterà sul mercato oltre 10 modelli veicoli completamente elettrici.

In combinazione con la gestione intelligente dell’utilizzo di energia, la Concept EQA è in grado di raggiungere un’autonomia di circa 400 km, a seconda della capacità della batteria installata, e può essere ricaricata a induzione o da una wallbox. Il primo modello di serie del nuovo sub-brand di Mercedes, ossia la EQC, verrà prodotto a partire dal 2019.

Debutta su Mercedes la localizzazione what3words

Allo stand Mercedes di Francoforte non ci sono solo i prototipi delle auto che verranno a catturare l’attenzione, ma anche una grande novità prossima al debutto. E che a Francoforte si può provare in anteprima.

Mercedes sarà la prima Casa automobilistica a utilizzare il sistema di localizzazione what3words. Start-up fondata nel 2013, what3words assegna tre parole a qualsiasi punto sulla superficie terrestre, rendendo così il luogo identificabile in modo inequivocabile anche lì dove non esiste alcun indirizzo.

È vero, ogni luogo sulla Terra è identificato tramite precise coordinate GPS. Ma chi è in grado di ricordare a memoria quelle complesse sequenze numeriche che formano la coordinata GPS? Ecco allora l’idea semplice e geniale di what3words, che ha saputo attirare l’attenzione di Daimler e del suo CEO, Dieter Zetsche, nel febbraio 2017. Risultato: entro i prossimi sei mesi questo innovativo sistema di localizzazione sarà disponibile di serie a bordo di una Mercedes.

0 26

Il programma di sostituzione volontaria riguarda il PremiumContact 6 nella misura 245/45 R18 Y XL. Il problema è un materiale di base non adeguato che può compromettere il battistrada.

PremiumContact 6

A seguito di alcuni problemi, Continental ha annunciato oggi, con un comunicato ufficiale, un programma di sostituzione gratuita relativo a un lotto di 4.260 pneumatici PremiumContact 6, nella misura 245/45 R18 Y XL. A causa dell’impiego di un materiale di base non adeguato, questo pneumatico potrebbe sviluppare un profilo irregolare nel battistrada, dando luogo a possibili contatti con il veicolo, minore guidabilità e una limitata risposta alle alte velocità.

Ad oggi, non si sono avute, comunque, notizie di incidenti o danni riconducibili a questo problema. Ciò nonostante, “l’azienda ha attivato un programma di sostituzione volontaria – si legge nel comunicato stampa – al fine di evitare ogni possibile rischio per gli utenti. Gli pneumatici interessati sono stati venduti in Europa, Turchia e Russia tramite il canale ricambio.

I pneumatici coinvolti nel richiamo sono stati prodotti nella settimana 50 del 2016 e nella settimana 16 del 2017, e sono identificabili attraverso i numeri seriali DOT: DOT 6G8U D6R9 5016 e DOT 6G8U D6R9 1617 (le ultime quattro cifre dei codici identificano settimana e anno di produzione).

Il nuovo motore 1.4 BoosterJet eroga 140 cv e una coppia di 230 Nm. Nuova anche la livrea Champion Yellow.

La terza generazione della Suzuki Swift Sport è stata svelata al Salone di Francoforte 2017 e come ha subito dichiarato durante la conferenza Toshihiro Suzuki, CEO e COO di Suzuki Motor, “è la migliore e più aggressiva Swift Sport di sempre. Per questo motivo la stiamo lanciando proprio qui in Europa, la patria delle compatte sportive”.

A rendere ancora più grintosa la Swift Sport 2017 è certamente il nuovo motore 1.4 BoosterJet con i suoi 140 cv di potenza e una coppia di 230 Nm a 2.500/3.500 giri. I tecnici Suzuki hanno aggiornato l’impianto di iniezione diretta, la turbina, la valvola wastegate e l’intercooler, ottenendo un rapporto peso/coppia motrice di 4,2 kg/Nm (il peso totale della vettura è di 970 kg).

La nuova Suzuki Swift Sport arriverà sul mercato europeo nella primavera del 2018, in nove differenti colorazioni tra le quali la nuova livrea Champion Yellow, con cui l’auto è stata esposta sullo stand di Francoforte.

Si tratta della Land Rover più estrema mai prodotta. Svelata allo IAA 2017, la produzione inizierà nel 2018. Sarà assemblata a mano nel Centro Tecnico SVO del Regno Unito.

Presentata al Salone di Francoforte 2017, la Discovery SVX è un’anteprima di produzione del futuro top di gamma della Discovery. Propulsore da 5 litri V8 a benzina Supercharged che eroga 525 cv, si tratta della Land Rover più estrema mai prodotta, caratterizzata dall’aumentata distanza da terra, migliorie apportate alle sospensioni e alla scocca, maggiore articolazione delle ruote e grandi pneumatici all-terrain.

La Discovery SVX si affianca quindi alle precedenti due realizzazioni della Special Vehicle Operations (SVO), ovvero la Range Rover Sport SVR e la Range Rover SVAutobiography, e sarà la prima Land Rover assemblata a mano nel Centro Tecnico SVO nel Regno Unito. La produzione inizierà nel 2018 e fra le novità di contenuti ci saranno un sistema Terrain Response 2 dalla speciale taratura e l’Active Roll Control, un sistema che incrementa l’articolazione delle ruote e il controllo della scocca migliorando la trazione nell’off-road estremo e riducendo il rollio.

Complemento di questi upgrade sono le calibrazioni esclusive della trasmissione automatica a 8 rapporti con scatola di riduzione a due gamme di velocità e i sistemi di controllo della dinamica, che comprendono Hill Descent Control, Electronic Traction Control (ETC), Adaptive Dynamics, Dynamic Stability Control (DSC), All-Terrain Progress Control (ATPC) e il servosterzo elettrico (EPAS). Gli pneumatici sono stati sviluppati ad hoc da Goodyear, un concept su misura che riporta la scritta “Discovery” e la “X” sul battistrada.

0 7

Il circuito di Marina Bay vede super favorita la Ferrari, ma Lewis non si dimentica della Red Bull. Su Alonso: “Spero possa tornare competitivo”.

La consueta conferenza stampa piloti del giovedì apre ufficialmente il weekend della Formula 1 a Singapore. Presente anche Lewis Hamilton, speranzoso che un giorno quel vecchio leone di Fernando Alonso, prossimo al rinnovo con la McLaren, possa tornare un giorno a dare battaglia per le posizioni che contano. “Spero che abbia una macchina per lottare con noi l’anno prossimo – ha detto il leader della classifica iridata -. Potrebbe soltanto aggiungere ulteriore spettacolo. Tutti vogliamo vedere una vera sfida fra grandi piloti e grandi team, ed è un vero peccato quanto successo alla McLaren. Spero quindi che con quella o qualunque altra macchina guiderà l’anno prossimo Fernando possa tornare a lottare con noi”.

A Marina Bay, si sa, è importante partire davanti. Soprattutto visto che la Ferrari qui è data come la grande favorita per la vittoria. “Sicuramente le qualifiche saranno molto importanti – ha detto Hamiltonperché qua non si può superare, soprattutto con queste macchine ancor più veloci e larghe, quindi la posizione al via sarà certamente molto importante. Cercheremo di trovare subito l’assetto giusto, sarà uno dei fattori chiave”.

Lewis Hamilton però vede anche la Red Bull come possibile competitor. “Penso che anche le Red Bull saranno molto veloci qui – dice l’inglese della Mercedes – per cui non sarà uno dei weekend più semplici per noi. Sicuramente però affronto questa gara con grande positività, con l’obiettivo di vincere, senza pensare troppo a cosa potranno fare gli altri, al di là del maggiore carico aerodinamico che alcuni potranno avere”.

0 21

È il primo al mondo riservato alle elettriche di produzione. Il campionato si affiancherà alla quinta stagione della Formula E alla fine del prossimo anno.

Primo brand premium a entrare nel mondo della Formula E, nel 2016, adesso Jaguar lancia il primo monomarca al mondo riservato alle auto elettriche di serie. È il Jaguar I-Pace eTROPHY – annunciato ufficialmente al Salone di Francoforte – e si svolgerà a partire dalla fine del 2018 negli stessi weekend e nelle stesse città in cui si disputa la Formula E. Il campionato farà da supporto proprio al lancio della I-Pace, la sportiva del Giaguaro interamente elettrica che sarà commercializzata lo stesso anno, e si allinea alla decisione del governo britannico di vietare la vendita di auto benzina e diesel a partire dal 2040, oltre che alla strategia Jaguar Land Rover di elettrificare i propri veicoli dal 2020.

“Jaguar è tornata alle competizioni motoristiche nel 2016 con la mission ‘race to innovate’ – ha detto Gerd Mäuser, presidente di Jaguar Racing -. Abbiamo sempre detto di voler testare le nostre tecnologie elettriche in pista, e questa iniziativa ne è la prova. La Formula E è cresciuta in modo esponenziale da quando siamo entrati in qualità di primo premium brand, in anticipo su Audi, Mercedes e Porsche”.

Location e calendario del nuovo monomarca Jaguar sono soggetti ad approvazione Fia. Le specifiche tecniche, il calendario e i costi del Jaguar I-Pace eTROPHY saranno disponibili all’inizio del prossimo anno. In previsione di un grande numero di domande di partecipazione, i posti saranno assegnati in ordine di arrivo a partire dai piloti con licenza di guida internazionale.

FOLLOW US

FOCUS ON

0 6
Al Salone di Francoforte 2017 Maserati ha portato in scena la sua gamma più completa e sofisticata di sempre. A partire dalla nuova Ghibli,...
X
Website Security Test