Bella la vita dei calciatori, vero? Soprattutto, vista la possibilità di mettersi alla guida di supercar da sogno per i comuni mortali. A chi non fa invidia la Lamborghini Huracan Spyder di Maurito Icardi? Sfrecciare a bordo di bolidi potenti, però, significa spendere cifre con tre zeri e nella sua ultima indagine sostariffe.it ha fatto i conti in tasca a dieci tra i più noti calciatori italiani per scoprire quanto spendono in media, ogni anno, per restare al volante delle loro auto.

Tra i costi fissi che più incidono spiccano assicurazione e bollo, mentre il carburante ha in proporzione un costo più basso, ma sempre da capogiro se paragonato alle spese per una normale utilitaria. Solo di Rc auto, per intenderci, se i calciatori attivassero un’assicurazione auto (ipotizzando che scelgano infortuni conducente, Kasko completa, furto incendio e tutela legale) si andrebbe dai 10.879 euro annui di Marek Hamsik per la sua Ferrari 458 Italia ai 2.330 euro del romanista Patrik Schick per assicurare la propria Mercedes Classe B T242. Sul podio delle Rc auto più onerose ci sarebbero anche Radja Nainggolan con 10.581 euro per la sua Ferrari FF, e Nani della Lazio con 10.538 euro per la sua Lamborghini Gallardo LP 550-2.

Al secondo posto tra i costi fissi più elevati c’è il bollo auto, superbollo nel caso di auto con potenza superiore ai 185 kw. In questo caso a pagare di più sarebbe Leonardo Bonucci, con 9.180 euro da versare allo Stato per la sua Ferrari. Sborsano meno i due proprietari di Lamborghini: Icardi con 6.340 euro e Nani con 5.838 euro di superbollo. L’ultima voce presa in esame è il carburante: considerando i prezzi medi nelle città di residenza dei calciatori e ipotizzando che percorrano in media 12.500 km in in un anno, si va dai 2.974 euro l’anno che dovrebbe spendere Nainggolan ai 1.209 euro di Schick. Qual è l’auto costa di più tra quelli presi in esame? La Ferrari FF DCT di Radja Nainggolan: costa circa 264.000 euro.

SHARE
Arturo Salvo
Giovane, carino e in cerca di fortuna. Legge in continuazione, di conseguenza sente l'esigenza di dover scrivere. Ha un cane, un gatto e un pappagallo. Citazione preferita: "Fatti non foste a viver come bruti, ma per seguir virtute e canoscenza".