Secondo una recente analisi di Facile.it sui dati ufficiali del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, in Italia ci sono 38,6 milioni di patenti attive intestate a persone dai 15 anni in su (equivalenti al 73,8% della popolazione). Se si analizza il rapporto tra residenti over 15 e patenti attive, a guidare la classifica è la Valle d’Aosta, dove il 79,64% della popolazione ha la patente; seguono il Veneto con il 78,21% e le Marche con il 78,16%. Guardando il fondo della classifica le regioni con il rapporto più basso tra licenze di guida e residenti sono Campania (67,43%), Calabria (69,18%) e Liguria (70,12%).

Se si guarda al numero totale di patenti intestate agli over 15, invece, emerge tutt’altra classifica, bene o male in linea con la distribuzione della popolazione sul territorio italiano: al primo posto si trova la Lombardia, che da sola conta 6,43 milioni di patentati (il 16,6% del totale), seguita dal Lazio con 3,74 milioni di guidatori (9,7%) e dalla Campania con 3,35 milioni (8,7%). In fondo alla classifica, invece, la Valle d’Aosta con solo 87.000 guidatori, il Molise (198.000) e la Basilicata (358.000).

Analizzando la distribuzione delle patenti in base al sesso, a livello nazionale solo il 63,21% della popolazione femminile over 15 ha una licenza di guida attiva, mentre per gli uomini il dato sale all’85,16%. Le aree con la percentuale maggiore di donne over 15 intestatarie di patente sono la Valle d’Aosta (70,32%), il Veneto (69,24%) e il Friuli Venezia Giulia (68,34%), mentre le regioni con le percentuali più basse di guidatrici sono la Campania (54,37%), la Calabria (57,27%) e la Liguria (57,71%). Per quanto riguarda gli uomini, le regioni con il rapporto più alto sono la Valle d’Aosta (89,56%), le Marche (89,22%) e l’Umbria (88,50%). Le ultime posizioni occupate ancora una volta da Calabria (81,80%) e Campania (81,47%), quest’ultima la regione con il maggio divario tra uomini e donne con la patente (oltre il 27% in favore degli uomini).