Chiamato Holo e inventato dall’italiano Fabio Lettieri, è il primo triangolo di emergenza olografico, in grado di proiettare, di notte, un segnale grande un metro a una distanza fra 30 e 50 metri dal mezzo rimasto in panne. Utilizzabile sia per le auto sia per le moto, il dispositivo è al momento un prototipo. Dotato di una luce intermittente, il triangolo-ologramma è basato su un piccolissimo dispositivo pesante 150 grammi e alto poco più di 5 centimetri, con una batteria che dura 5 ore.

L’inventore Lettieri, al momento, ha presentato la sua tecnologia sulla piattaforma di crowfunding Ulule, per cercare di raccogliere i fondi necessari a finanziare il primo test produttivo. “Oggi – spiega lo stesso inventore nel video di presentazione di Holo – è possibile con il cellulare accendere i termosifoni di casa a 300 chilometri di distanza, eppure per posizionare un triangolo stradale di notte bisogna ancora rischiare la vita”.