Verona  – C’è fermento nel mondo dei motorismo d’epoca scaligero. Tutti i maggiori club del territorio e il prestigioso Museo Nicolis  si preparano a mostrare il meglio delle loro collezioni al pubblico. Appuntamento domenica 28 settembre in piazza dei Signori per il Concorso di eleganza Verona Legend Cars, co-organizzato da Fiera di Verona e dalla società Intermeeting che ha alle spalle decenni di esperienza nel mondo del Classic curando la più importante fiera europea del settore Auto e Moto d’Epoca di Padova.
<<E’ una anteprima della nuova iniziativa fieristica che la Fiera di Verona lancerà nel maggio 2015 con Intermeeting e che guarda al settore auto in una prospettiva ampia e articolata e del quale il settore d’epoca è oggi la punta di eccellenza>>, sottolinea il direttore generale di Veronafiere, Giovanni Mantovani.
<<Abbiamo puntato ad organizzare un evento della massima qualità, degno della città che ci ospitagli fa eco la responsabile di Intermeeting Maddalena Salvadorie per questo abbiamo coinvolto le realtà più importanti del territorio veronese e i principali collezionisti in Italia. Ognuna delle auto che parteciperanno al concorso è stata scelta e invitata singolarmente per assicurarsi che siano in assoluto le più belle. Ognuna sfilerà davanti al pubblico e alla giuria a partire dalle 10:30 di domenica. Nel pomeriggio ci sarà la premiazione>>.
<<Siamo orgogliosi di partecipare a Verona Legend Carsdice Silvia Nicolis, presidente del Museo Nicolis e del Veteran Car Club Bernardie che questa manifestazione prenda vita a Verona, una città che ha sempre avuto un ruolo importante nel mondo dei motori e che, anche in tempi recenti, ha saputo cogliere le opportunità del motorismo d’epoca>>.
Un mondo, confermano Enzo Mainenti,  vicepresidente dell’Historic Car Club Verona, e Lorenzo Zambelli, presidente Veteran Car Club Legnago, <<che sta crescendo sempre più>>. Per Zambelli <<la passione del veicolo storico cresce soprattutto tra i giovani. Aumentano i soci e si abbassa l’età media grazie al fascino che le auto d’epoca esercitano, ai prezzi accessibili e alle molte agevolazioni>>.
<<E’ un fenomeno che si registra in tutta Europaconferma SalvadoriLe auto d’epoca conquistano le nuove generazioni perché sono assolutamente originali, lontanissime da qualsiasi forma di omologazione. Costano, in genere, come un’utilitaria,  ma assicurano un figurone ogni volta che ci si presenta a bordo>>.
<<Verona è una città d’epoca ed è perfetta per ospitare eventi come Verona Legend Cars. E non sarà solo una piacevole occasione per portare qualcosa di nuovo in centrodice Francesco Bozza, presidente dell’Hcc Veronama rappresenterà anche un’iniezione di ottimismo davanti alla crisi. Il messaggio che mandiamo è che si può iniziare il nuovo partendo dal vecchio. Per quanta tecnologia si abbia a disposizione, arriva il momento di ripartire dalla creatività dell’uomo. La macchina storica, indipendentemente dal valore, ha un anima, perché dietro c’è l’intelligenza dell’uomo che l’ha modellata. C’è un cambiamento culturale in atto e l’auto d’epoca, per ciò che rappresenta, avrà sempre più cose da dire alla società di oggi>>.
<<C’è un fermento pulsante sul nostro territorioconferma Alessandro Lonardelli presidente  Benaco Auto Classiche -. Abbiamo l’eccellenza del Museo Nicolis e migliaia di appassionati. Questa energia, grazie alla cooperazione dei club, può essere convogliata per mostrare la bellezza di un  patrimonio del quale, come diceva Luciano Nicolis, non siamo proprietari, ma custodi>>.
A Verona Legend Cars sfileranno per il piacere di turisti e visitatori le più belle auto a disposizione di ogni club Una Jaguar XK 150S 3.8 1961 per l’Hcc Verona; per il Museo Nicolis la Bugatti Tipo 49 presentata al Salone di Parigi del 1930 e ritenuta l’ultima Bugatti progettata da Ettore, prima di lasciare le redini dell’azienda al figlio Jean; una MG CT del ’46 per il Benaco Auto Classic; Una Roll Royce Silver Shadow degli anni  ‘70 appartenuta a Susanna Agnelli per il Veteran Car Club Legnago.
<<Per Verona sarà una domenica dedicata alla bellezza e all’originalitàconclude Maddalena SalvadoriLe vetture storiche rappresentano un patrimonio culturale e riscuotono moltissimo successo anche tra i tanti visitatori stranieri che già raggiungono il territorio veronese. Verona e l’auto d’epoca, assieme, daranno il meglio di sé. I capolavori del passato sfilando in uno degli scorci più belli d’Italia assicureranno uno spettacolo eccezionale>>.
9479_LEGENDCARS2