guida-sicura-inverno-maltempo-pioggia-nebbia-neve-ghiaccio

Temperature basse, neve e ghiaccio. L’inverno è una stagione molto insidiosa per chi è al volante. Durante i mesi freddi occorre sempre adottare particolari accorgimenti per affrontare in tutta sicurezza gli spostamenti. Per aiutare gli automobilisti, RiparAutOnline , portale che mette a confronto i preventivi delle officine, suggerisce dieci consigli utili per affrontare l’inverno in tranquillità.

1. Pneumatici e catene da neve. Le gomme invernali sono molto utili alle basse temperature e possono generalmente sostituire le catene (salvo casi estremi in cui sono l’unica soluzione). Su molte strade italiane c’è l’obbligo di queste dotazioni, ma anche lì dove non è presente questa prescrizione, la scelta di cambiare gli pneumatici va tenuta in considerazione in base alla località, all’andamento stagionale e alle temperature. Ricordate che le gomme invernali iniziano a mostrarsi utili già sotto i 7 C°.

2. Testare il montaggio delle catene. Per evitare di trovarsi a montare le catene per la prima volta sotto la neve, è consigliabile esercitarsi con il montaggio. Un paio d’ore di pratica aiuteranno a svolgere l’operazione con maggiore efficacia e velocità al momento opportuno.

3. Stile di guida. Le strade con clima rigido o neve sono piene di insidie, anche in città. Le parti in ombra di una carreggiata possono infatti nascondere delle vere e proprie “trappole”, con lastre di ghiaccio che mettono a repentaglio la stabilità del veicolo. Per affrontare queste situazioni è meglio adottare uno stile di guida prudente: velocità moderata (soprattutto con la neve), distanza di sicurezza adeguata, utilizzo del freno motore per ridurre la marcia, piede leggero sul pedale del freno, partenze e fermate progressive per evitare slittamenti.

4. Pulire periodicamente i gommini delle spazzole tergicristalli e i fori spruzzatori. D’inverno occorre mettere l’additivo anticongelante nella vaschetta per evitare otturazioni o rotture da ghiaccio. In linea generale, l’utilizzo degli spruzzatori migliora la pulizia del vetro anteriore senza usurare le spazzole ed evita di congelare il parabrezza mentre si è in movimento.

5. Equipaggiare la propria auto con appositi accessori. Oltre alla dotazione d’emergenza (giubbino, triangolo, ecc.) e alla catene a bordo, è consigliabile avere con sé alcuni oggetti che possono essere utili durante l’inverno. Ecco qualche esempio: il grattino per i vetri congelati, una torcia e dei guanti per il montaggio della catene.

6. Controllare il liquido antigelo. In genere va sostituito ogni 3-4 anni (oppure ogni 100-120 mila km) in quanto è soggetto a degradamento con il passare del tempo. Per le tempistiche di sostituzione si consiglia comunque di far riferimento al libretto di uso e manutenzione del proprio veicolo.

7. Tenere d’occhio la batteria. Con il freddo e l’umidità la sua efficienza diminuisce. Se non vogliamo correre il rischio di ritrovarci con la batteria dell’auto a terra, è meglio fare un check-up e in caso di usura passare alla sua sostituzione.

8. Evitare il congelamento del parabrezza. È una delle situazioni più frequenti d’inverno. Per limitare il fenomeno possono essere presi alcuni accorgimenti, come un telo antighiaccio. Se tuttavia ci troviamo a dover “raschiare” il parabrezza è opportuno farlo con l’apposito grattino, evitando altri strumenti improvvisati di qualsivoglia natura e genere che possono graffiare il cristallo.

9. Climatizzatore. Andrebbe usato periodicamente per prevenire la formazione di muffe e odori. D’inverno potrebbe verificarsi la fuoriuscita di vapore dalle bocchette causata dal congelamento della sonda: in questo caso è consigliabile aumentare la velocità del ventilatore e alzare la temperatura.

10. Pulizia dell’auto. Oltre al parabrezza e alle luci, per assicurare la massima visibilità, particolare attenzione va riservata al lavaggio generale del mezzo: il sale presente sulle strade ha un effetto corrosivo per il telaio, la carrozzeria e gli pneumatici.