Taormina – Porsche Italia è partner della 68° edizione dei “Nastri d’Argento”, il premio cinematografico tra i più antichi d’Europa e del mondo, assegnato dagli iscritti al Sindacato Nazionale Giornalisti Cinematografici Italiani (Sngci) ai migliori autori, produttori, protagonisti e tecnici in ogni categoria. Sulla base delle “cinquine” dei candidati annunciate questa sera a Roma saranno votati dai giornalisti i vincitori dei premi che saranno poi consegnati a Taormina la sera di sabato 28 giugno, nel suggestivo scenario del Teatro Antico.
E accanto ai Nastri, il compito di assegnare anche il Premio Porsche 911 Targa, Tradizione ed Innovazione a un autore o un protagonista dell’anno che meglio abbia rappresentato questi valori.
<<Così come Porsche ha saputo reinventare in chiave moderna uno dei modelli più importanti della sua tradizione – commenta Pietro Innocenti, direttore generale di Porsche Italiain campo cinematografico si rinnova la magia di un’arte che ha più di 100 anni di storia, ma che non finisce di far stupire, sognare ed affascinare il pubblico. E questo premio andrà per la prima volta, in occasione dei Nastri, proprio a chi sullo schermo nell’ultima stagione ha saputo meglio interpretare il connubio tra innovazione e tradizione>>.
Madrina della premiazione a Taormina sarà la nuova Porsche 911 Targa, una vettura che ha radici storiche proprio in Sicilia e si lega alle 11 vittorie assolute conquistate da Porsche nella Targa Florio, una delle più belle e difficili corse su strada. La Targa, nata esattamente 50 anni fa, venne presentata al pubblico per la prima volta nel 1965 e occupa un posto fisso nella famiglia Porsche 911 e rappresenta circa il 13% di tutte le 911 finora vendute.
La partnership di Porsche Italia con i “Nastri d’Argento” è in linea con l’impegno della Casa tedesca nel settore sociale, culturale, sportivo e dell’istruzione in tutto il mondo ed in particolare nelle città che ospitano i siti produttivi. In questo contesto rientrano le collaborazioni a Lipsia con il Balletto dell’Opera e il Gewandhaus, mentre a Stoccarda con il Balletto statale e la John Cranko Schule, una delle accademie di ballo più prestigiose al mondo.

SHARE
Dario Cortimiglia
Giornalista professionista dal 2005, ottiene la laurea magistrale in Televisione, Cinema e Produzione Multimediale allo IULM e nel 2009 vince un concorso SKY per cortometraggi. Conclusione? Scrive di auto, ma è ancora convinto diventerà un grande regista. Founder & admin di @igers_messina e @exploringsicily.it.