Parigi – Twingo festeggia i 20 anni. Con oltre 2,5 milioni di unità vendute, la piccola Renault sorprese tutti al lancio per l’audacia delle linee, il concetto innovativo e il look simpatico.
Nel 1989, Renault chiede a Yves Dubreil, direttore di progetto, di immaginare una piccola compatta, ultra-pratica, economica e confortevole, che non dovrà però collocarsi come diretta concorrente della sorella maggiore Clio. La progettazione di Twingo è dettata da una strategia di “design to cost”: proporre un’auto compatta, dal design innovativo e accattivante, a un prezzo ragionevole. Per riuscirci, un’unica soluzione: fare le cose diversamente e semplificarsi la vita. La caccia al superfluo permette di proporre, in compenso, delle innovazioni uniche come la panchetta posteriore scorrevole.
Contrapponendosi alle gamme commerciali, ricche e diversificate, Twingo propone un’offerta unica: una sola versione con un’unica motorizzazione 1.2 l 55 cv ed un unico livello di allestimenti per gli interni, riconoscibile dai suoi alzacristalli e dai suoi comandi in plancia colore verde mela. Al lancio, Twingo propone quattro tinte: blu oltremare, rosso corallo, verde coriandolo e giallo india e solo due opzioni disponibili, il tetto apribile in tela e il climatizzatore.
Twingo beneficia di una struttura monovolume, che consente una migliore suddivisione dello spazio tra vano motore e abitacolo. Le ruote sono disposte ai quattro angoli del veicolo e  sono disponibili in un’unica dimensione, così come il motore, anch’esso proposto in un’unica versione. Queste caratteristiche vincenti consentono di ottimizzare il volume interno: al lancio, Twingo è leader del segmento delle piccole per altezza, larghezza e raggio alle ginocchia, soprattutto grazie all’innovativa panchetta posteriore scorrevole. La modularità di Twingo consente anche di proporre un letto di fortuna a due piazze: una prestazione esclusiva, che sottolinea il carattere intelligente e versatile del modello.
“Twingo, à vous d’inventer la vie qui va avec” è lo slogan pubblicitario che accompagna in Francia il lancio commerciale di Twingo, soprannominata da alcuni “la Ranocchia” di Billancourt. Il nome Twingo – fusione di “Twist”,“Swing” e “Tango” – illustra il design atipico, dinamico e simpatico di questo veicolo, che trasmette ottimismo e gioia di vivere. Twingo si libera dai codici del mondo automobilistico, prende in contropiede il veicolo statutario e crea una nuova mentalità: si acquista una Twingo per sé e non per assecondare gli altri. Ci si appropria di Twingo e si inventa una nuova vita con lei.
Twingo non è una Renault Espace in miniatura e rivendica una propria personalità. Il design esterno, tutto curve, esprime nello stesso tempo robustezza e simpatia, con un frontale molto figurativo.  Il design della plancia libera una grande visibilità e associa semplicità, funzionalità con il contagiri centrale, e una nota scherzosa con il comando delle luci di emergenza che ricorda il naso di un clown.

DATE DI RILIEVO

Marzo 1993: lancio commerciale di Twingo, svelata alcuni mesi prima al Salone dell’Auto di Parigi.
1994: un Francese percorre 240.000 km con una Twingo sulle piste australiane, dimostrando l’affidabilità di quest’auto, che non si limita ad un utilizzo esclusivamente urbano. Alla fine del viaggio, l’auto viene decorata da un artista aborigeno.
1994: lancio di Twingo Easy, con trasmissione manuale senza frizione.
1996: lancio della serie limitata «Benetton» e di Twingo’Matic, equipaggiata con trasmissione automatica a 3 rapporti. Inoltre, il motore guadagna 5 cv supplementari, diventando così un 60  cv.1998: restyling di Twingo con evoluzione di telaio, sedili, plancia, gruppi ottici e paraurti anteriore. Lancio della serie limitata Elite.
1999: lancio della versione alto di gamma Initiale Paris.
2000: lancio del motore 16 valvole 75 cv e del cambio sequenziale Quickshift.
2005: lancio della serie limitata «Kiss Cool».
28 giugno 2007: produzione in Europa dell’ultima Twingo 1, che ha venduto oltre 2.500.000 di unità in 14 anni, una longevità eccezionale rispetto agli standard del settore auto.
2012: Twingo continuerà a essere prodotta in Colombia fino al 2012. Tra il 1995 e il 2012, Twingo ha ottenuto un grande successo sul mercato colombiano, con un totale di oltre 100.000 vendite. Twingo Tatoo è stata l’ultima serie limitata di Twingo 1.