San Paolo – Renault festeggia i primi 15 anni di produzione in Brasile e 1,8 milioni di veicoli prodotti nel Paese della saudade. La sua relazione con il Paese risale agli anni Sessanta, allorché le prime Gordini e Interlagos, fabbricate su licenza di Willis Overland, fecero la loro comparsa sulle strade locali. 4 dicembre 1998: l'avvio dell'attività nel suo primo stabilimento segna una nuova era nella storia dei successi di Renault, che figura tra le principali case automobilistiche del paese.
Ad accogliere l'iniziativa di Renault è lo stato del Paraná: per la realizzazione del sito industriale viene scelta l'area metropolitana di Curitiba. La prima pietra – quella che segna l'inizio dei lavori di costruzione – viene posta nel marzo 1996. In tale occasione Louis Schweitzer, allora presidente direttore generale del Gruppo Renault, e Pierre Poupel, Presidente di Renault Brasile, invitano anche Viviane Senna per rendere insieme omaggio a suo fratello, il pilota Ayrton Senna, da cui il complesso industriale prende il nome.
Due anni e mezzo dopo vengono prodotte le prime auto destinate a stupire i clienti brasiliani per la loro innovazione e modernità. Primo modello Renault in Brasile, Scénic inaugura il segmento delle monovolume e, insieme a Clio, arrivata poco dopo, si distingue per il suo innovativo design e le prestazioni in materia di sicurezza: sono state le prime vetture con airbag di serie in Brasile.
Dopo lo stabilimento destinato alla fabbricazione delle autovetture, nel 1999 il complesso Ayrton Senna si arricchisce di uno stabilimento per la produzione di gruppi propulsori, a cui nel 2001 si aggiunge lo stabilimento per i veicoli commerciali leggeri dell'Alleanza Renault-Nissan, riservato alla produzione di modelli di entrambi i marchi. In 15 anni i tre stabilimenti hanno già prodotto circa 1,8 milioni di veicoli e 2,9 milioni di motori.
Una volta consolidate le strutture industriali, l'azienda ha via via registrato risultati eccezionali nel corso dei suoi 15 anni di attività.  Dal momento dell’uscita della prima Scénic dalla catena di montaggio, Renault ha lanciato 127 veicoli ed è diventata la quinta marca automobilistica del paese (con una quota di mercato media del 7% negli ultimi anni). Oggi il complesso Ayrton Senna conta 6.500 posti di lavoro diretti e 25.000 indotti nel solo stato del Paraná. Nel 2011 il paese è diventato il secondo principale mercato per Renault al mondo, subito dopo la Francia.
<<Oggi Renault è un'azienda brasiliana e i nostri prodotti sono un riferimento nei rispettivi segmenti>>, ha dichiarato Olivier Murguet, presidente direttore generale di Renault Brasile.

PIANO STRATEGICO DI CRESCITA
In 15 anni Renault ha conseguito notevoli risultati in Brasile. Attualmente è fra le prime cinque case automobilistiche del paese e negli ultimi anni sta sempre più incrementando la propria quota di mercato, con una media superiore ai livelli di mercato. Nel 2012, ad esempio, ha conseguito un tasso di crescita del 24%, 4 volte superiore al tasso del 6% del mercato. La sua quota di mercato media negli ultimi mesi è stata del 7%; l'azienda mira altresì a raggiungere l'8% entro il 2016. Sandero, inoltre, si è classificata tra gli otto modelli più venduti nel paese, e Duster e Logan, dal canto loro, stanno egualmente ottenendo molto successo nei loro segmenti.
Il successo ottenuto è stato possibile grazie a una strategia di crescita basata su tre pilastri: espansione della rete di concessionari, sviluppo e rinnovo della gamma di prodotti e incremento della capacità installata. La rete di concessionari, vitale per la crescita delle vendite, ha visto la nascita di 100 nuovi punti vendita solo negli ultimi tre anni. Sono in corso ulteriori piani di espansione. Nel 2013 verranno aperte 40 nuove concessionarie, il 17% in più rispetto al 2012, per un totale di 275 saloni (copertura dell'83% del territorio domestico).
Per quanto riguarda lo sviluppo e il rinnovo della gamma di prodotti, dal 2011 sono state introdotte 20 novità. Nel 2013 Renault ha lanciato un Master completamente rinnovata – lo stesso modello commercializzato in Europa che offre oltre 70 configurazioni diverse – e la nuova Logan, che offre innovazione, comfort, ricercatezza e design moderno a un prezzo accessibile, senza trascurare le sue caratteristiche innate, quali la robustezza, i bassi costi di manutenzione, l'ampio spazio interno e la garanzia di tre anni.

INVESTIMENTO DI OLTRE 6 MILIARDI DI REAIS
Il complesso Ayrton Senna ha dovuto essere adeguato sia allo sviluppo del mercato che a quello della marca. L’attività brasiliana ha ricevuto circa 6 miliardi di reais dall’inizio dell’insediamento. Gli ultimi contributi di capitale convogliati nell'aumento della capacità di produzione ammontano a 500 milioni di reais (su un totale di 1,5 miliardi di reais per il quinquennio 2010-2015)
I lavori di espansione sono stati realizzati a tempo di record in soli due mesi e la capacità installata è balzata da 280 a 380 migliaia di unità all'anno, cifre che includono lo stabilimento delle autovetture – che è oggi in grado di produrre 320.000 unità all'anno (precedentemente 220.000 unità all'anno) – e lo stabilimento dei veicoli commerciali leggeri, che può produrre 60.000 unità all'anno.
Il recente piano di investimenti prevede anche la costruzione di un nuovo centro di preparazione logistica (con una superficie di 35.000 m2 e 12 metri di altezza al soffitto). Non si deve inoltre trascurare il fatto che livelli produttivi più elevati richiedono la creazione di posti di lavoro. Dal 2011 sono stati creati 1.200 nuovi posti: attualmente la forza lavoro di Renault ammonta a 6.500 dipendenti diretti.

INGEGNERIA E DESIGN
Oltre a un'infrastruttura di vendita e produzione ben consolidata, la crescita della quota di mercato comporta la disponibilità di una gamma di prodotti continuamente rinnovata, capace di adattarsi ai gusti e alle esigenze dei consumatori locali. Ecco perché Renault ha investito massicciamente nel capitale umano, implementando in Brasile organizzazioni di ingegneria e design all'avanguardia.
Il Renault technology americas (Rta) è ubicato presso il complesso Ayrton Senna. Istituito nel 2007, il centro di progettazione ospita 600 ingegneri, il cui lavoro è incentrato sullo sviluppo di nuove tecnologie, come ad esempio motori sempre più economici ed efficienti. Grazie all'Rta, Renault occupa una posizione di spicco nel programma brasiliano di etichettatura relativa all'efficienza del carburante: sei dei suoi modelli sono stati premiati con una "A" per il loro consumo di carburante.
Fondato nel 2008, il Renault design Latin America (Rdal) ha sede nella città di São Paulo. Il Brasile è uno dei cinque paesi scelti per l'insediamento di un centro di progettazione ed è il primo studio di design del marchio nel continente americano.

RISPETTO PER L'AMBIENTE E LE PERSONE
Nel 2010, in occasione della salone dell'auto di São Paulo, è stato lanciato il Renault Institute, il cui fine è quello di migliorare la qualità della vita dei brasiliani e salvaguardare la biodiversità. In tre anni l'istituto ha sviluppato e supportato iniziative volte a migliorare le vite dei brasiliani, con investimenti che ammontano a 9 milioni di reais, a vantaggio di oltre 300.000 persone, direttamente o indirettamente. Grazie all'istituto, Renault è più vicina alle comunità in cui è presente e può adesso delineare azioni pianificate per offrire una prospettiva più rosea e migliorare la qualità di vita di bambini, giovani e adulti. Il Renault Institute è attivo in quattro aree: Educazione, Sicurezza stradale, Sviluppo sociale e Diversità, Sviluppo sostenibile e mobilità.
Per quanto riguarda le attività istituzionali, Renault ha stipulato accordi in materia di diritti di denominazione per rinominare importanti luoghi di ritrovo. A São Paulo il Renault Theater incanta il pubblico con musical di Broadway. A Curitiba l'Expo Renault Barigui è un centro espositivo ubicato nel cuore del principale parco pubblico cittadino. Quest'anno Renault ha sponsorizzato il Curitiba Theater Festival, il principale evento del paese nel suo genere. Nel 2014 sponsorizzerà la scuola di samba Acadêmicos do Salgueiro in occasione del carnevale di Rio Carnival, il cui leit-motiv sarà la creazione del mondo.
Le questioni ambientali sono di primaria importanza per Renault, una delle case automobilistiche con la più grande area protetta: Il 60% della superficie che possiede (2,5 milioni di m2) è costituito da foreste native che ospitano oltre 140 specie di mammiferi, uccelli, pesci, anfibi e rettili. Oggi viene gestito il 100% dei rifiuti industriali: il 95% viene riciclato e il resto valorizzato. Il complesso Ayrton Senna vanta una certificazione Iso 14001 dal 2003.

MOBILITA' A ZERO EMISSIONI
Protagonista a livello internazionale nel campo dei veicoli elettrici, la diffusione della tecnologia a zero emissioni in Brasile è uno dei punti distintivi di Renault. A oggi sono già state venduti 40 veicoli elettrici a istituzioni che si occupano di progetti legati a questa tecnologia: Cpfl Energia (2 unità) Itaipu Binational (32 Twizy) e FedEx (6 Kangoo Z.E. Maxi).